ASL Torino, il direttore: “Juventus-Napoli si gioca? Non lo so. Con un positivo in più cambia poco”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Carlo Picco, direttore ASL di Torino

“Juventus-Napoli? Al momento la situazione è legata ai provvedimenti presi negli scorsi giorni, provvedimenti conformi dell’ASL Napoli 1 e 2 che hanno dato, dopo una valutazione dei casi, un parere. La nostra posizione è che questi provvedimenti vadano rispettati. Se c’è stata quarantena, tale dev’essere. Bisogna quindi rispondere alla nuova circolare. La quarantena ha delle regole che non sono compatibili.
Se ci saranno altri 2-3 positivi in casa Napoli l’ASL di Torino bloccherà la gara? Questa gara la gestirà il Dipartimento di prevenzione. Detto questo, non è che cambia molto: c’era un focolaio con più positivi. L’ASL di Napoli ha ritenuto di fare un provvedimento e questo resterà valido. L’ASL di Napoli ha fatto le sue valutazioni, ogni caso è a sé. Trovare un positivo in più non è che cambierebbe molto. Il loro provvedimento sarà stato pesato da loro ed era il migliore da fare al momento. Bisogna applicarlo in relazione alle norme.
Juventus-Napoli si gioca? Io faccio provvedimenti sanitari. Le conseguenze dei provvedimenti a Napoli non so che tipo di esito daranno. Non lo so. Non è che tocchi all’ASL di Napoli ma ha già fatto la sua valutazione”.

Commenti