ANTEPRIMA PARTITA NAPOLI vs SALERNITANA, granata in assoluta emergenza

Vigilia del derby campano tra Napoli e Salernitana, per ora, in programma alle 15 di domani al Maradona. In casa granata risultano ancora otto casi di giocatori contagiati dal  covid ma si aspettano i tamponi della domenica mattina per sapere se ci saranno nuovi casi o la negativizzazione di qualche calciatore positivo. Dunque è ancora tutto da vedere, solo dopo l’esito di tali tamponi si saprà se il match si giocherà regolarmente o meno. Tuttavia la formazione degli ospiti sarà in assoluta emergenza per le tante defezioni dei titolari. Sono, infatti, ben 14 i giocatori che non faranno parte della spedizione napoletana. Colantuono, ad oggi, ha  recuperato soltanto Bodgan. Dal canto suo Spalletti avrà a disposizione anche il portiere colombiano e il capitano, che molto probabilmente siederanno in panchina. Il pacchetto difensivo azzurro sarà quello visto a Bologna, mentre nella zona centrale del campo agirà il duo Fabian – Lobotka. In avanti l’allenatore toscano è indeciso se schierare Osimhen dal primo minuto, o confermare Mertens come punta centrale. Dietro il belga dovrebbero esserci Lozano, Zielinsky ed Elmas. Come detto, per la Salernitana non ci sono alternative o scelte da fare, la formazione sarà quella obbligata. Ecco, dunque i due possibili schieramenti:

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Fabian Ruiz, Lobotka; Lozano, Zielinski, Elmas; Mertens. Allenatore: Spalletti

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Delli Carri, Motoc, Veseli; Kechrida, Schiavone, Di Tacchio, Obi, Ruggeri; Bonazzoli, Simy. Allenatore: Colantuono.

Ora è il momento dei fatidici numeri di questa sfida tutta campana. Complessivamente azzurri e granata si sono affrontati, tra serie A, B e Coppa Italia, in 25 occasioni per un totale di 11 successi del Napoli, altrettanti pareggi e 3 vittorie della Salernitana. Tenendo presente soltanto la serie A, si registrano tre  precedenti nei quali i partenopei hanno conquistato due pari nella stagione 1947/7/48 e la vittoria nel girone di andata, all’Arechi per 1 a 0. Per gli amanti delle statistiche quello di domani sarà  il 28esimo  Derby in massima serie giocato tra formazioni della Campania; recentemente non si sono registrati risultati di parità, ma quattro successi a testa. Per trovare un pareggio tra due formazioni della nostra regione, dobbiamo tornare al campionato di A 1986/87, quando Avellino e Napoli chiusero il match sullo 0 a 0. La sfida del Maradona vedrà di fronte, inoltre, la miglior difesa del torneo contro la peggiore. Ma l’attaccante della Salernitana Simy ha già dato un doppio dispiacere, a Fuorigrotta, al Napoli, nell’aprile dello scorso anno, quando con la maglia del Crotone riuscì a battere il portiere Ospina per ben due volte. Il connazionale di Victor Osimhen, tuttavia, quando ha incrociato gli azzurri non è mai riuscito a vincere. 

Commenti