Gli interventi di Enzo Bucchioni, Salvatore Caiazza e Dario Mastroianni a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Enzo Bucchioni, giornalista.
“Certamente i punti ora cominciano a pesare di più, il Napoli non può più lasciare nulla sul terreno di gioco, soprattutto in partite come quella contro il Venezia. Speravamo che fosse finita anche la sfiga ma ora c’è il KO di Lozano che speriamo sia meno complicata da gestire di quanto si pensi. Vlahovic? Sono abituato a Baggio e Batistuta. Ormai conta solo la maglia. Quando la società ha delle idee forti e che funzionano i giocatori portano soldi. Che il giocatore sia forte è fuori da ogni dubbio, però nel contesto della Juventus sarà immediato il suo rendimento? La Juve è talmente brutta a vedersi che forse ho visto troppa euforia attorno alla Juventus. Sento parlare di ritorno nella corsa Scudetto ma direi di no. Certo il fatto che la Juventus sia fastidio può risultare anche utile, magari batte qualche concorrente. Zakaria? Descritto come un fenomeno, ottimo giocatore ma leggo tante esagerazioni”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Salvatore Caiazza, giornalista.
“Napoli, ultima chiamata Scudetto? Non so ma sicuramente è un bivio importante. In queste partite è sembrato tutto facile ma non è stato così, lo stesso scontro diretto con la Juventus presentava dei rischi. Il Napoli fa bene a guardarsi alle spalle ma deve anche guardare avanti. Se l’Inter supererà questo periodo brillante con tanti big match ci toglieremo il cappello e ci concentreremo sul piazzamento Champions. Domani bisogna tifare per un pareggio ma poi il Napoli deve rispondere a Venezia. Arrivare lì, salire sull’aliscafo, arrivare allo stadio non è facile. Peraltro in Inter-Venezia se il VAR fosse stato più attento sarebbe finita 1-1. Il video di Insigne? Si va sempre a caccia della notizia, questo Tik-Tok è stata una stupidaggine, era un augurio a una persona che sta guarendo dal COVID-19”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Dario Mastroianni, giornalista.
“Venezia? La squadra ha ribaltato il modo di pensare, ora poi capiremo come il mercato ha inciso. Zanetti è un allenatore sveglio e intelligente, ha preparato le gare quasi sempre bene, poi ovviamente emergono i limiti della squadra perché a volte in Serie A serve essere più concreti. Sono 3-4 settimane belle pesanti per tutto il campionato, poi ci saranno anche le fatiche europee. Entro inizio marzo emergeranno le crepe nella classifica. Il Napoli deve pensare a sé stesso e fare il suo lavoro. La partita contro l’Inter è da giocare al mille per mille ma non è decisiva. Domani peserebbe più per il Milan che per l’Inter perdere. La partita in meno continua ad avere un peso specifico. Juventus? Sempre una minaccia, ha dato sul mercato una risposta da squadra affamata che ha compreso di aver fatto meno del dovuto. Vlahovic di fatto è il miglior marcatore del 2021 in Serie A, questo vuol dire puntare in alto. La Juventus sarà un bel problema per tutti. Osimhen o Mertens? Io ho un debole per Ciro, i miei occhi preferiscono lui”.

Commenti