NAPOLI vs INTER – Tifosi per ore e ore davanti al pc per acquistare un biglietto

Sale alle stelle la febbre per la partitissima di sabato prossimo al Maradona tra Napoli e Inter, scontro scudetto per la 25esima giornata di serie A.  Appena scoccata l’ora dell’apertura della vendita dei tagliandi, i tifosi napoletani si sono fiondati su pc, tablet, telefonini per cercare di accaparrarsi un posto in prima fila in quel di Fuorigrotta, ma una faticaccia riuscire nell’intento. In men che non si dica si è creata una fila enorme sul sito della Ticketone dove è uscita la scritta: Ora sei in coda per l’evento Napoli – Inter, vendita libera; quando arriverà il tuo turno dovrai completare l’acquisto dei biglietti in dieci minuti. Ci è voluto, come minimo, un’ora e mezza di attesa per poter accedere al processo di compera, il sito, dunque, in poco tempo è andato letteralmente in tilt. I biglietti sono stati polverizzati  e moltissimi sostenitori azzurri sono rimasti col classico cerino in mano. In una situazione normale, al Maradona ci sarebbero stati 55mila spettatori ma le norme vigenti, come è noto, prevedono la capienza degli stadi solo al 50% per cui, sugli spalti di Fuorigrotta assisteranno alla supersfida soltanto 28mila fortunati. Sta crescendo a dismisura l’entusiasmo tra la piazza partenopea che comincia a credere in un possibile miracolo. Non si registrava da anni una tale euforia ma d’altronde il Napoli è una fede, un amore sviscerato, una specie di religione a cui non ci si può sottrarre sia nel bene che nel male. Con la squadra al vertice della classifica, in piena lotta per un posto in Paradiso, era molto prevedibile che all’indomani del successo del Milan sull’Inter e del Napoli a Venezia, si accendesse la fantasia dei supporters di fede azzurra. Un tutto esaurito che va, anche a merito della società di De Laurentiis, la quale ha deciso di ricorrere alla politica dei prezzi popolari mettendo la curva a 20 euro ed i distinti a 40, per dare la possibilità a tutte le categorie di poter comprare un biglietto. In questa città c’è sete di emozioni, voglia di sognare per dimenticare le tante vicissitudini che ci troviamo a combattere ogni giorno.

Commenti