Gli interventi di Rino Marchesi, Gianfranco Coppola e Giovanni Ferrara a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Rino Marchesi, allenatore.
“Sicuramente il Napoli come qualità tecnica e fisica può competere con l’Inter. Le due squadre stanno molto bene sia sul piano fisico che su quello morale. Oltre all’impegno agonistico ovviamente c’è quello dei viaggi con pochi tempi di recupero. Le squadre devono stare molto attente a gestire la situazione generale, soprattutto sul piano fisico. La qualità dei giocatori abbonda anche nell’Inter e non solo nel Napoli, basta considerare giocatori come Dzeko, Barella e Lautaro. Molto dipenderà da loro.
Io primo allenatore di Maradona in Italia? Ci siamo trovati a Castel Del Piano con i suoi amici e il procuratore, mi disse come prima cosa che era a completa disposizione, che avrebbe fatto qualsiasi cosa. Lui era già entrato nella squadra con umiltà considerato il giocatore, per tutto l’anno mise impegno e serietà, lavorava anche più degli altri. Sapeva che la squadra non era ancora competitiva, con i nuovi acquisti però poi diventò la colonna portante.
La vittoria in Napoli-Juventus? Fu la prima volta di Maradona e l’ultima di Platini, che stava male ed era a fine carriera”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Gianfranco Coppola, giornalista.
“Napoli-Inter forse non è decisiva perché sono 3 punti come altri ma vuol dire qualcosa di molto sulle aspirazioni delle due squadre. Gara che può decidere almeno il 60% della lotta finale. Come qualità il Napoli non è di molto inferiore all’Inter, magari cede qualcosina in porta ma le qualità sono più o meno pari. Il Napoli ha un gap rispetto alla capacità di gestire con esperienza il peso del primato. In questo senso il campionato potrebbe far pagare questo pedaggio, credo che per il Napoli sia una stagione da o la va o la spacca. Koulibaly sarà gasato per il successo in Senegal, bisogna dare fiducia a chi ha una condizione morale stratosferica. Pubblico? Noi ci siamo battuti per il ritorno in presenza ma tutto dipende dal CTS. Gravina ha parlato di 100% di capienza, la Vezzali ha un po’ frenato”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Giovanni Ferrara, sindaco di San Felice al Cancello.
“San Feliciana la prima squadra di Gianni Di Marzio, abbiamo votato per intitolare lo stadio a lui. Siamo stati sollecitati in ogni modo possibile da giovani e più anziani, è stata una richiesta. Siamo contenti che questa iniziativa abbia avuto questo clamore. Settimana prossima chiederò un incontro al Prefetto per rapportarmi su questa esigenza, non politica ma sociale della città. Spero che tutto verrà accettato. Ufficialità entro fine febbraio? Credo di sì”.

Commenti