ANTEPRIMA PARTITA BARCELLONA vs NAPOLI – Azzurri all’assalto dei catalani orfani delle vecchie star

Vigilia di Europa League per gli azzurri di Spalletti che, domani sera, saranno di scena al Camp Nou, contro il Barcellona, ormai orfano delle vecchie star come Messi e Neymar, oggi in forza al PSG, La gara è valida per l’andata dei play off eliminatori per accedere agli ottavi di finale della seconda manifestazione continentale per club; il match di ritorno si disputerà al Maradona, giovedì 24 febbraio alle ore 21. Uno scontro diretto tra i più intriganti e suggestivi di questa fase di Europa League, quasi una semifinale di Champions, oserei dire. ma una delle due, obbligatoriamente dovrà dire addio alla competizione al termine dei 180 minuti totali di gioco. La formazione spagnola, inaspettatamente,  è retrocessa dalla competizione più prestigiosa essendosi piazzata al terzo posto nel girone di qualificazione, alle spalle di Bayern Monaco e Benfica, mentre i partenopei  sono stati  costretti allo spareggio a causa del secondo posto nel gruppo C. a pari punti con lo Spartak Mosca che  aveva il vantaggio negli scontri diretti.  Per questa partita assai ostica, Spalletti non potrà contare sugli infortunati Politano, Lozano e Lobotka. I padroni di casa, contro squadre della nostra penisola, in 27 gare disputate al Camp Nou, hanno alzato bandiera bianca solamente in tre occasioni, nei confronti di Milan e Juventus. Gli azzurri, dunque, andranno all’assalto dei catalani nel tentativo di raggiungere il primo successo in assoluto. Entrambe le contendenti sono reduci da due pareggi ottenuti nei loro rispettivi tornei nazionali. Veniamo alle possibili formazioni che vedremo in campo domani: il Barcellona di Xavi si schiererà con il consueto 4/3//3 con in porta il tedesco Ter Stegen davanti al quale agiranno i vari  Dest, Piqué, Araújo, Alba, con a centrocampo il trio formato da Gavi, Busquets, Pedri, mentre in avanti ci sarà, probabilmente il tridente composto da Traoré, Aubameyang, Dembélé. Insomma non più la squadra quasi imbattibile di un tempo ma pur sempre un ottimo undici da non sottovalutare. Dal canto suo, il tecnico del Napoli confermerà il modulo a quattro in difesa, che dovrebbe essere la stessa di sabato scorso ma con Meret tra i pali, davanti alla quale due centrocampisti che saranno, molto probabilmente., Anguissa e Fabian, i quali dovranno ispirare le avanzate di  Elmas, Zieliński, Insigne dietro l’unica punta Osimhen. Pertanto vediamo le probabili formazioni nel dettaglio:

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen: Dest, Piqué, Araújo, Alba; Gavi, Busquets, Pedri; Traoré, Aubameyang, Dembélé All. Xavi

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mário Rui;  Anguissa, Fabián Ruiz; Elmas, Zieliński, Insigne; Osimhen All. Spalletti

Al seguito della compagine napoletana, sugli spalti del magnifico Stadio di Barcellona ci saranno cinquemila sostenitori azzurri. Per quanto concerne le statistiche di questa sfida europea, c’è poco da dire , infatti, notiamo che esiste solo un precedente ufficiale tra Blaugrana e azzurri ed è molto recente, infatti risale agli ottavi di finale della Champions League 2019/2020:  nella gara di andata, a Fuorigrotta, pari per 1 a 1 e successo degli spagnoli al ritorno per 3 a 1. Tuttavia quella era una vera corazzata. I numeri europei della formazione di Spalletti,  negli scontri esterni  ad eliminazione diretta, però, non sorridono ai partenopei che hanno subito quattro sconfitte nelle ultime quattro trasferte nel vecchio continente. Esistono, comunque, due altri precedente tra Barcellona e Napoli, in terra catalana  ma non erano gare di una competizione continentale bensì amichevoli di lusso, la prima risale all’agosto del 2019, terminata 2 a 1, mentre la seconda è più datata e si giocò quando sulla panchina napoletana sedeva Walter Mazzarri ed in avanti c’era il matador Cavani, il quale realizzò una rete spettacolare in rovescia, annullata dall’arbitro per fuorigioco. Il match finì con un travolgente 5 a 0 per il Barcellona.

 

 

Commenti