Serie B, Cittadella-Benevento 0-1: la Strega espugna il “Tombolato” con uno squillo di Improta

Dopo la sconfitta patita contro l’Ascoli, che ha decretato il ritiro immediato per gli uomini di Fabio Caserta, il Benevento è chiamato ad una prova di pronto riscatto contro il Cittadella, avversario tutt’altro che facile da affrontare. La 24^ giornata del campionato di serie B può dire se è il vento è cambiato per la squadra del presidente Vigorito. Assenti Elia, Viviani e Moncini, mentre per Lapadula si valuta quello che fino a qualche giorno fa era considerato un reintegro in rosa impensabile. Recuperati Sau e Gyamfi.

A protezione di Paleari, mister Caserta inserisce Foulon, il quale va a completare il reparto difensivo con Letizia, Vogliacco e Glik. Mediana formata da Ionita, Acampora e Improta. In attacco tridente con Insigne, Forte e Tello. Padroni di casa che rispondono con  Kastrati tra i pali, Mattioli, Del Fabro, Frare, Benedetti in difesa. Laribi, Pavan, Mazzocco a centrocampo, mentre Baldini agirà alle spalle di Beretta  e Okwonkwo che cercheranno di creare problemi alla difesa del Benevento.

Arbitra il match il signor Matteo Griglio

La gara

Al 7’ ci prova il Benevento con Tello ma la conclusione non inquadra la porta. Partita che stenta a decollare, priva di grandi occasioni da rete. Sugli sviluppi di un calcio di punizione è Insigne che cerca di sorprendere il portiere Kastrati al 25’, ma l’estremo difensore riesce a bloccare con qualche affanno. Il partenopeo ci prova ancora al 31’ con un tiro a giro, ma la mira non è delle migliori. Al Tombolato termina a reti inviolate una prima frazione di gara senza emozioni da segnalare. Benevento che si è reso autore di qualche conclusione velleitaria ma nulla più.

Secondo tempo con più occasioni: ci prova il Cittadella con una conclusione di Beretta al 65′ ma Paleari è attento a non farsi sorprendere. Padroni di casa ancora insidiosi con un tiro violento di Antonucci che termina poco alto sulla traversa. Vantaggio del Benevento al 69′: lancio di Foulon e il pallone arriva ad Improta che lascia partire una conclusione indirizzata all’incrocio dei pali, imprendibile per Kastrati. 

Strega che sfiora il raddoppio con Calò al 72′, ma la sua conclusione dalla distanza va fuori di poco. Reagisce il Cittadella che si rende pericoloso in due occasioni: all’81’ con un tiro di Antonucci che trova pronto Paleari, poi all’84’ con un colpo di testa di Del Fabro di poco fuori. Al 90′ ancora Cittadella pericoloso con Mastrantonio, ma il suo tiro sorvola di poco la parte alta della traversa. Espulso Farias del Benevento al 95′: doppia ammonizione e conseguente rosso. L’arbitro concede sei minuti di recupero ma il risultato non cambia. Preziosissima vittoria per gli uomini di Caserta che venivano da un periodo di grande tensione.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.