ANTEPRIMA PARTITA NAPOLI vs UDINESE – Spalletti chiede conferme alla squadra

Dopo la bella vittoria al Bentegodi, contro il Verona, domani pomeriggio, allo Stadio Diego Armando Maradona, il Napoli affronterà l’Udinese, per la giornata numero 30 de massimo campionato. Il tecnico azzurro Spalletti vuole conferme dalla squadra, che in passato, spesso, non è riuscita a ripetersi dopo un successo. Contro i bianconeri friulani passerà, probabilmente, l’ultimo treno utile con destinazione tricolore, perderlo proprio ora, nel bello della lotta, sarebbe delittuoso. I partenopei , tuttavia, devono sfatare questa sorta di maledizione del terreno di gioco di Fuorigrotta, dove paradossalmente hanno trovato tantissime difficoltà, come si evince dai risultati conseguiti: su 5 k o subiti, ben quattro, infatti, si sono verificati tra le mura amiche, per giunta, pure con formazioni di bassa classifica come Empoli e Spezia. Con il Milan e l’Atalanta potevano anche starci ma non di fronte, con tutto il rispetto, a compagini, destinate a lottare per la salvezza. Pertanto contro l’Udinese, non ci sono alternative, occorre vincere per restare attaccati al Milan e l’Inter. Un successo metterebbe pressione alle due milanesi che giocheranno, sempre domani, dopo gli azzurri.  Con il cambio modulo adottato, ultimamente dal mister, il Napoli pare abbia trovato più compattezza, per cui è presumibile che si continui su questa stessa falsariga. Dal canto loro i bianconeri reduci dal pari con la Roma, scenderanno nel capoluogo campano con l’intento di portar via almeno un punto per tenere lontano la zona pericolosa. Per quanto concerne le probabili formazioni, Spalletti, potrebbe effettuare due cambi rispetto a domenica scorsa, ossia Insigne dal primo minuto sulla corsia d’attacco mancina e Politano, su quella opposta in luogo di Lozano che andrebbe in panca. Però non è detto che all’ultimo momento il tecnico di Certaldo non ci riservi qualche sorpresa mettendo come titolare il polacco Zielinsky al posto dello spagnolo.  In casa friulana, invece Cioffi dovrebbe optare per il ritorno da titolare di Zeegelaar in difesa, mentre in mediana  spazio a Makengo, con Molina e Udogie sulle fasce. In avanti, come di consueto, la coppia Beto-Deulofeu. Alla luce di queste indicazioni ecco di seguito i possibili schieramenti delle due antagoniste:

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Fabian Ruiz (Zielinsky); Politano, Osimhen, Insigne. Allenatore: Luciano Spalletti.

Udinese (3-5-2): Silvestri; Becao, Marì, Zeegelaar; Molina, Pereyra, Walace, Makengo, Udogie; Beto, Deulofeu. Allenatore: Gabriele Cioffi.

Veniamo alle curiosità e alle statistiche della gara; sono complessivamente 89 precedenti  tra azzurri e bianconeri, il bilancio vede i padroni di casa in vantaggio con 39 vittorie, contro 19 degli avversari, 31 i  pareggi. Tenendo presente solo i match disputati sotto il Vesuvio, contiamo 39 scontri in cui il Napoli ha ottenuto 24 success contro solo quattro dell’Udinese, infine 11 sono stati i risultati nulli. Per la cronaca la squadra del presidente Pozzo, non vince a Fuorigrotta, in serie A da 11 anni, per l’esattezza dal 17 aprile 2011, allorché si impose per 1 a 2. Per concludere, nella partita di andata, Insigne e compagni sconfissero i bianconeri 0-4 in una gara senza storie, in virtù delle reti di Osimhen e Rrahmani nel primo tempo, di Koulibaly e Lozano nella ripresa.

Commenti