ANTEPRIMA PARTITA ATALANTA vs NAPOLI – Spalletti di nuovo senza big

Per la trentunesima giornata di campionato, domenica pomeriggio, gli azzurri saranno ospiti dell’Atalanta al Gewiss Stadium di Bergamo, nel tentativo di tenere il passo del Milan capolista, che giocherà, però lunedì sera, oggi, distante tre punti ma che potrebbe andare in fuga in caso di una vittoria al Meazza, di un insuccesso del Napoli e di un risultato di parità tra Juventus e Inter. In questa difficile gara Spalletti si ritrova, di nuovo, in piena emergenza, non potendo contare su big del calibro di Osimhen, Rrahmani, squalificati dal giudice sportivo per somma di cartellini gialli, di Di Lorenzo, Anguissa,  Zielinsky, Petagna, Meret e Lozano infortunati, o fuori condizione e scusate se è poco. L’allenatore toscano, per rimpiazzare il terzino destro ex Empoli, sta pensando di lanciare dal primo minuto il ventunenne Zanoli e non il più esperto Malcuit, mentre, in luogo del centravanti nigeriano, toccherà a Mertens riprendersi, sulle spalle, l’attacco. Per il resto vedremo in campo gli stessi che hanno giocato a Fuorigrotta contro l‘Udinese. In casa Atalanta ci sarà un’altra assenza importante che  persiste da tempo, ovvero quella dell’ex Zapata che sarà sostituito da Muriel, supportato da Koopmeiners e Pasalic o Malinovskyi. La sfida tra partenopei e bergamaschi annuncia scintille visto che entrambe le contendenti giocheranno per vincere nel rispetto dei loro obiettivi. Azzardiamo, adesso, le probabili formazioni di Atalanta e Napoli:

ATALANTA (3-4-2-1): Musso; Djimsiti, Demiral, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Zappacosta; Kooopmeiners, Pessina; Muriel. All. Gasperini

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Zanoli, Koulibaly, Juan Jesus, Mario Rui; Lobotka, Fabian Ruiz; Politano, Elmas, Insigne; Mertens. All. Spalletti

Passiamo ai numeri del match: tra A, B e Coppa Italia le due formazioni si sono affrontate complessivamente in 117 partite, il cui bilancio vede in vantaggio il Napoli con 49 successi contro 33 degli orobici, 35 i risultati di parità. Discorso diverso, invece, se analizziamo solo gli incontri disputati in Lombardia. Infatti i bergamaschi, tra le mura amiche, hanno vinto ben 23 volte, di contro gli azzurri si sono imposti, a Bergamo, soltanto in 10 occasioni, 18 i pareggi. Insomma, il terreno degli atalantini non è di certo mai stato favorevole al Napoli che non torna a casa, con i tre punti in tasca dal torneo 2018/19, allorchè fece sua la gara per 2 a 1. Ma veniamo agli incroci tra i due tecnici Gasperini e Spalletti: questi ultimi si sono affrontati in 13 partite e lo score è in netta parità, con 5 vittorie a testa e 3 pari e patta. Tuttavia lo Spallettone non batte il  Gaspa dal novembre 2017, quando era sulla panchina dell’Inter. Per la cronaca, la gara, giocata a San Siro,  terminò 2 -0 per i padroni di casa. Dopodomani, pertanto, uno dei due potrebbe passare in vantaggio oppure non è detto che non  rimanga tutto come prima, ossia resterà la parità.

Commenti