EDITORIALE prepartita – Azzurri decimati a Bergamo, alla ricerca dell’impresa

Editoriale prepartita. Vigilia di Atalanta vs Napoli, altro match fondamentale nella corsa al titolo per il Napoli di Spalletti. Tuttavia gli azzurri, decimati dalle tante assenze, dovranno tentare una vera e propria impresa per battere la squadra di Gasperini, che sebbene non stia ripetendo la splendida scorsa annata, resta pur sempre un cliente molto difficile. Due, sono i calciatori che, forse mancheranno di più, vale a dire Osimhen e Di Lorenzo, due pedine, quasi insostituibili, per il tecnico toscano. Per di più mancherà anche il centrale difensivo, ex Verona Rrahmani, il quale aveva creato una buonissima intesa con il gigante Koulibaly. Di Lorenzo che, finora non aveva mai saltato una gara, nel suo ruolo, ha sempre rappresentato un baluardo di estrema affidabilità sulla corsia esterna destra bassa. Un suo vero alter ego, nel Napoli non c’è. Il sostituto naturale sarebbe Malcuit ma è tutto un altro giocatore. In alternativa troviamo il giovanissimo Zanoli, su cui il mister azzurro sembra voler puntare, domenica pomeriggio, a Bergamo. In luogo del kosovaro, invece, ci sarà Juan Jesus, difensore ex Roma e Inter, che Spalletti ha completamente rigenerato, come ampiamente dimostrato, quando ha avuto l’opportunità di giocare. Ma chi tra Osimhen e Di Lorenzo, mancherà di più all’undici partenopeo? Il nigeriano che ha tolto le castagne dal fuoco al Napoli, ultimamente, con i suoi gol, o il terzino destro della nazionale italiana, assolutamente determinante nello scacchiere della compagine napoletana? Per quanto riguarda l’attacco, affidarsi a Mertens, goleador, entrato nella storia del club fondato nel 1926, è una sicurezza, mentre qualche perplessità resta sul possibile rimpiazzo dell’ex difensore di Sarri. Dunque, a mio modesto avviso, l’assenza di Di Lorenzo, potrebbe pesare di più, rispetto a quella di Osimhen. Però, sarà soltanto il campo a dire l’ultima parola.

Commenti