Eraldo Pecci: “Spalletti ha lavorato bene, ma è da rivedere il rapporto con Mertens”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Eraldo Pecci, ex calciatore
“Quest’anno molte squadre potevano vincere, soprattutto il Napoli, sarà un anno ricco di rimpianti. Non c’erano delle squadre più forti, il Napoli ha perso molti punti con squadre di metà classica ma anche Milan e Inter lo hanno fatto.  Adesso diventano decisive tutte le partite, il Milan ha lavorato molto bene e se lo merita. I rossoneri hanno avuto anche la fortuna di aver trovato un giocatore come Kalulu, questo fa capire che anche all’interno della società ci vuole una grande organizzazione. Gli allenatori molto spesso si prendono meriti e colpe di prestazioni dei calciatori che non dipendono da loro. Un grande lavoro è stato fatto da Maldini. Spalletti ha lavorato bene ma è da rivedere il rapporto con Mertens, che quando ha giocato è sempre stato decisivo. I risultati spesso sono decisivi, ho visto anche allenatori bravi ad allenare i giornalisti.
La Juve da due anni arriva quarta ed è contenta, per me è una cosa anomala vedendo gli altri anni. Tutte le squadre devono partire con l’idea di poter vincere il campionato.
Adesso per le squadre di seconda fascia è più difficile perché il calcio è cambiato, i top player del mio Torino ad oggi giocherebbero in qualche big”.

Commenti