Gli interventi di Salvatore Soviero, Antonio Corrado e Ciro Troise a Radio Marte

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Salvatore Soviero, ex calciatore “Formazione di oggi? Il test non è dei più attendibile, alla fine gioca con dei dilettanti, ma si incominceranno ad intravedere le idee del tecnico. Lui ha parlato espressamente di 433, bisogna vedere se attuerà questo modulo. Per me lo fa per non perdere un centrocampista e tenere tutti sulla corda. Perché il Napoli perde tempo per trovare il secondo portiere? Può prendere anche un portiere di grosso profilo, ci sono due o tre portieri in esubero in alcune squadre come il PSG. Con una Champions da giocare sarà più appetibile. Koulibaly? Sembra che Kim sia il profilo più indicato per sostituirlo e questa sembra una trattativa che può arrivare in fondo. Secondo me il problema è che il Napoli ha dato trovare un portiere da affiancare a Meret e trovare un sostituto di Insigne, perché è difficile trovare esterni con quelle caratteristiche. Sia Milenkovic che Senesi sono profili giustissimi, ma il problema vero s proprio è la trattativa che andrà per le lunghe. Dybala? Tutti aspettano che abbassi le pretese. Il problema che mi pongo è che sentendo le interviste dell’allenatore, non potrebbe giocare nel 433. Non potrebbe giocare come esterno in quel modulo. Il profilo indicato per il 4231 era Mertens, sarà quello il colpo di mercato. Quelle poche partite che ha giocato ha fatto la differenza, bisogna vedere sempre la motivazione dei calciatori. È una questione di trovare stimoli. Simeone come vice Osimhen? Bisogna trovare la squadra consona alle qualità dell’attaccante. Kvaratskhelia deve migliorare sotto l’aspetto fisico perché viene da un altro campionato. Ogni giocatore che verrà ceduto sarà rimpiazzato adeguatamente, poi il campo parlerà. Ad oggi Ospina è andato via ed un portiere non è stato preso, Koulibaly è andato via da poco e non è stato sostituito, Insigne è stato sostituito da Kvaratskhelia. Come capitano vedo Mario Rui”.

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Corrado
“Cosa mi aspetto dalla prima amichevole? Diciamo che è un semplice allenamento perché si tratta di una squadretta di dilettanti. Si sta facendo ben poco sotto l’aspetto fisico, per cui mi aspetto una partenza lanciata come lo scorso anno. Simeone come vice Osimhen? Vale più di Petagna e penso non piaccia neanche a Spalletti dato che lo ha utilizzato poco. Il Napoli sarà impegnato su tre competizioni, quindi Osimhen e Simeone potrebbero non bastare. Credo che con soli due attaccanti il reparto sia ristretto. Io mi auguro che De Laurentiis possa portare con sè Mertens a Dimaro. Io avevo sollevato qualche perplessità sul progetto tecnico. Sono andati via nomi importanti e ad un mese dall’inizio del campionato non sono stati rimpiazzati. Questione capitano? Ci vedo bene Mario Rui”.

A Radio Marte nel corso di “Marte Sport Live” è intervenuto Ciro Troise, giornalista
“Kim è nettamente la prima scelta del Napoli e dal mese di dicembre la società è su di lui. C’è concorrenza, ci sono Tottenham, Everton e Rennes. Clausola rescissoria di 20 milioni e ingaggio di 2.2 milioni, è alla portata. Ci sono anche Acerbi e Lacroix, ma il piano A è Kim. Il Napoli ha vinto gli scudetti solo con Maradona. Il Napoli ha vinto quello che ha vinto nelle epoche in cui ha avuto grandi campioni. L’ammutinamento c’entra fino ad un certo punto, la verità è finanziaria. Sarà sempre più difficile entrare in Champions League perché aumenta il gap con le altre. Le griglie è difficile farle a fine mercato, figuriamoci ora. Però penso che se il Napoli non interverrà seriamente sul mercato ci si deve preoccupare per quelle dietro. Io sono felice per chi è tranquillo, ma io non riesco ad esserlo. Questione capitano? Io mi aspetto Di Lorenzo, credo ci sia uno strappo alla regola”.

Commenti