Lecce, Sticchi Damiani: “Noi ragazzi terribili, bravi Corvino e Baroni”

Il presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, è intervenuto a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

“I complimenti fanno molto piacere, la squadra ha interpretato al meglio una gara difficilissima, il Napoli è davvero forte, il Lecce però corre tanto, i nostri ragazzini terribili hanno messo in grande difficoltà gli azzurri ed hanno meritato il pareggio.
“Abbiamo l’età media più bassa della serie A. Banda? Preso in Israele, può ancora migliorare.
Napoli impressionante, bisogna avere un po’ di pazienza”

Banda? Pantaleo Corvino sta facendo un grande lavoro, da quando l’ho riportato a Lecce ha rivoluzionato l’area tecnica di squadra e settore giovanile, Banda giocava in Israele, l’abbiamo preso soffiandolo ad altri club. Lui è un 2001, viene da una realtà anni luce lontana dalla nostra, ha grande potenzialità, oltre a tecnica e velocità ha dimostrato coraggio, deve certamente migliorare. Anche Ceesay ha fatto la sua parte, devo dire che i nostri sono tutti ragazzi, con 22 anni abbiamo l’età media più bassa della serie A.

Merito del mister Baroni, un ottimo allenatore, che lavora bene con i giovani e osa, rischia, li mette in campo. Tutta la rosa è giovanissima, i nostri ragazzi sono nati tutti dal 2000 in poi. Colombo è un 2002 e ieri ha fatto un gran gol, Banda 2001. Siamo contenti e consapevoli di compiere un piccolo azzardo: quello di salvarci con un’età media di 22 anni. Se riuscissimo a farlo anche all’ultimo istante dell’ultima giornata, ne saremmo orgogliosi.

Il Napoli? Mi ha fatto un’ottima impressione, il turnover può dare vita a partite magari un po’ così, per quello che ho visto secondo me è super competitivo, con i cinque cambi Spalletti ci ha chiuso in area di rigore, quando si ringiovanisce la rosa bisogna comunque avere un po’ di pazienza”.

Commenti