Piccinini: “La brutta figura del Liverpool al Maradona è merito de Napoli”

A Radio Crc nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Sandro Piccinini, giornalista
“La cena con Spalletti è stata piacevole, c’è stata solo una piccola controindicazione perché è finita dopo le 3! Scherzi a parte è stata una serata molto piacevole. Il tecnico si è rilassato, nel post partita non aveva ancora digerito le critiche per il turnover contro il Lecce, l’uomo ha un carattere non facile, ma era soddisfatto. Gli ho fatto notare che il Napoli ha fatto una grande figura in campo internazionale e come allenatore, credo che Spalletti abbia guadagnato tanti punti perché massacrare così il Liverpool non capita tutti i giorni. Poi tra 3 giorni ci sarà un’altra partita, siamo all’inizio, ma ciò che abbiamo visto ieri è importante, è un segnale.
Nel Napoli mi è piaciuto moltissimo Anguissa, non pensavo fosse su questi livelli. Faccio fatica a trovare un peggiore, tutti, anche i subentrati, ci hanno messo tanta voglia ed hanno tamponato il momento delicato in cui la gara poteva anche aprirsi. Nel Liverpool invece, Luis Diaz è stato il migliore, l’unico che ha giocato sui suoi livelli. Il peggiore invece, Gomez tanto che è stato sostituito per scelta tecnica. Quando una squadra gioca così male vuol dire che il merito è dell’avversario, poi si va ad analizzare tutta la partita e si vede che molti giocatori hanno fatto una prestazione al di sotto delle loro qualità. Il Liverpool ha concesso troppo campo, non è stato unito, ma è merito della tattica del Napoli che ha ragionato dopo il gol.
L’urlo del Maradona? Non lo sentivo da un po’ e mi ha fatto una grandissima impressione. È stato tutto magico.
Il Liverpool è uno squadrone e ieri ha fatto una brutta figura per merito del Napoli.
Napoli da scudetto? Questo campionato è molto strano e non voglio fare il diplomatico, ma si fermerà 3 mesi, i giocatori andranno via e chissà come torneranno. Diciamo che ci sono i presupposti per crescere rispetto all’anno scorso e se il Napoli trova continuità con le piccole, può arrivare fino in fondo. Dal punto di vista della qualità delle prestazioni, vedo Napoli e Milan sopra le altre”.

Commenti