LE PAGELLE DEGLI AZZURRI – Anguissa domina e conclude, a Kvara basta un guizzo

Meret 6 – Viene molto sollecitato in fase di prima impostazione e il pressing del Torino gli crea qualche grattacapo. Può fare di più in occasione della rete di Sanabria, ma si riscatta nel finale con una bella parata su Radonjic.

Di Lorenzo 6.5 – Grande presenza ed attenzione, con qualche pericolosa sortita offensiva.

Rrahmani 7 – Attento in chiusura e deciso nei contrasti. Meno appariscente del compagno di reparto, ma più pulito negli interventi.

Kim 6.5 – Ha in comune con Koulibaly l’abilità negli interventi che rubano l’occhio. Soffre in un paio di duelli con Sanabria, ma la sua prestazione difensiva è ancora una volta più che sufficiente.

Mario Rui 6.5 – Deve vedersela sempre con avversari che lo sovrastano fisicamente, ma lui sopperisce con grinta e qualità nelle rifiniture.
(Olivera 6 – Fornisce maggiore fisicità negli ultimi minuti.)

Anguissa 8 – Due gol non facili e uno strapotere fisico in mezzo al campo che continua a sorprendere di partita in partita.

Lobotka 7 – L’abilità con cui gestisce palla è talvolta irridente nei confronti degli avversari, che sembrano andare ad una velocità dimezzata, sia di pensiero che di esecuzione, rispetto a quando riesce a liberarsi per impostare. Gli manca qualche imbucata offensiva, ma anche difensivamente risulta fondamentale.

Zielinski 6 – Un paio di spunti interessanti, in collaborazione con Kvaratskhelia, in una gara dove appare meno ispirato rispetto alle ultime uscite.
(Ndombele 6 – Alterna buone iniziative a letture eccessivamente rischiose. Appare comunque in crescita.)

Politano 7 – Fa su e giù per la fascia destra con resistenza e qualità. Sfiora il gol in un paio di circostanze con le sue solite giocate ad accentrarsi sul sinistro.
(Lozano 6 – Un paio di spunti individuali interessanti.)

Raspadori 6.5 – Viene sempre incontro per pulire i palloni in uscita dalla fase difensiva, offrendo un prezioso supporto alla manovra offensiva. Gli manca solo lo spunto decisivo in attacco.)
(Simeone 6 – Non viene praticamente mai servito in zona gol e deve limitare la sua gara a continui contrasti spalle alla porta con i difensori avversari.)

Kvartskhelia 7 – Soffre la velocità di Djidji, che non riesce mai a superare nell’uno contro uno. Nell’unica circostanza in cui il marcatore granata è fuori posizione, però, lui si inventa un gran gol.
(Elmas 6 – Maggior gestione ed applicazione tattica per i minuti finali.)

Commenti