Gli interventi di Alessio Tacchinardi e Andrea De Pauli a Radio Crc

A Radio Crc nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Alessio Tacchinardi, ex calciatore attualmente allenatore

“Mi fanno ridere le persone che pensano che il Napoli calerà alla ripresa. Questa sosta arriva al momento giusto perché dopo una prima parte di campionato strepitosa in cui ha consumato tante energie, ricaricare le batterie non può che fare bene. Il Napoli ha dimostrato di essere la migliore ed è vero che nel calcio può succedere di tutto, ma non vedo crepe. C’è entusiasmo, i giocatori sono forti, sono tanti, l’allenatore è un top e pure se le altre cercheranno di mettere il bastone tra le ruote, vedo comunque un Napoli eccezionale. Ritrovare un Osimhen riposato è un quid pluris e poi il Napoli non ha 15 giocatori che giocano il Mondiale, forse nessun nazionale arriverà in fondo per cui riposare un po’ di certo non farà male.

Il calendario quanto influisce? Il Napoli l’anno scorso ha perso dei punti in maniera clamorosa per cui nessuna partita è facile e scontata, ma il Napoli ha tanta imprevedibilità e questo fa la differenza. Per non parlare della rosa: Osimhen è per me un fuoriclasse, ma anche uno come Simeone è una super alternativa. Kvaratskhelia? Prima di vedere le qualità di un calciatore, guardo l’atteggiamento in campo e lui ha un’umiltà incredibile, oltre alla passione. Con queste qualità non puoi che diventare un trascinatore. Complimenti a chi ha creduto in lui, a chi lo ha scelto e stesso discorso vale per Kim perché anche il difensore mi ha impressionato”.

A Radio Crc nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Andrea De Pauli, corrispondente dalla Spagna del Corriere dello Sport

“La lettera di Tebas? Non è la prima volta che Tebas incita provvedimenti di questo tipo. Già in passato lo aveva fatto: la Superlega secondo Tebas mette a rischio i campionati nazionali e lui difende il suo prodotto. Ha colto il momento di difficoltà della Juvetus per minacciare anche Real Madrid e Barcellona. Ceferin è contrario ad eliminare la Superlega, in passato i provvedimenti contro Psg e City sono rientrati per cui non so quanto i provvedimenti Uefa siano attendibili. Mi aspetto che la Uefa prenda posizione, ma non deciderà nulla, le cose prenderanno il verso che decide la giustizia sportiva. La Uefa sarà sicuramente d’accordo con Tebas, ma ripeto, da qui a prendere provvedimenti effettivi ce ne passa.

E’ vero che l’Italia non è ai Mondiali, ma alcune Nazionali che si sono presentate con grandi ambizioni, poi sono rimaste deluse. Non so se sia un’annata particolare, ma l’Italia credo stia risalendo dopo aver vissuto un momento drammatico. La Juve in difficoltà non aiuta tutto il movimento italiano, ma c’è il Napoli che sta stupendo e anche qui in Spagna se ne parla benissimo. Si dice che sia la squadra che gioca il più bel calcio.

Il 17 dicembre Napoli-Villarreal? Il grosso probema del Villarreal è stata la fuga di Emery per cui il club si è ritrovato senza la sua guida che aveva blasone anche a livello internazionale. Il nuovo allenatore ha un gioco spattacolare, ma fa un calcio ha bisogno di essere preparato e quindi mettere Setien al Villarreal a stagione in corso è stato rischioso. Anguissa in Spagna lo conoscevamo come un giocatore poco fisico, ingenuo e invece è diventato uno dei segreti del Napoli”.

Commenti