NEWS

Nista, Schwoch, Jacomuzzi, Bucchioni e Virgili a Radio Punto Nuovo

Napoli, l’ex prep. portieri Nista: “Sarri e Spalletti sono due grandissimi allenatori, ora sono felicissimo per Meret. Lo Scudetto? Noi ci andammo vicinissimo nel 2018, ora festeggeremo per questo, ma non lo sentirò mio”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Alessandro Nista, ex preparatore dei portieri del Napoli: “Sarri e Spalletti sono due grandissimi allenatori, entrambi riescono a tirare fuori il meglio delle qualità dai propri calciatori. Maurizio a Napoli ha fatto cose straordinarie, così come le sta facendo adesso Luciano. Ora il Napoli sta riuscendo in una cosa pazzesca, anche se la differenza con quella squadra sta tutta nella rosa. Questo è un gruppo formidabile, che ha costruito un organico folle dove neanche si comprende chi siano i titolari e chi le seconde linee. Giuntoli ed il suo entourage hanno fatto un lavoro eccezionale sul mercato. Questo Napoli riesce sempre a ribaltare le partite difficili proprio perché ha una rosa ampia e capace di aggiungere talento. Meret? I meriti sono tutti di Alex, ha fatto tanto per arrivare fino a qui. Non si è mai abbattuto dinanzi ad una serie incredibile di infortuni e di sventure. Il primo giorno di ritiro subito ebbe un infortunio gravissimo, non credo abbia precedenti… Dal punto di vista caratteriale ha dimostrato una forza incredibile, anche dinanzi ad altre scene che non lo hanno visto protagonista. Oggi finalmente, e sono felicissimo per lui, gli viene riconosciuto tutto il suo talento. Ora non potrà che migliorare. Lo Scudetto perso nel 2018? Quel Napoli lì non venne meno, semplicemente ci confrontammo con una Juve che fece più punti di noi. Purtroppo per noi, la Juve fece cose importantissime. Anche oltre i 90 punti non siamo riusciti a vincere lo Scudetto ed è stato qualcosa di irripetibili. Noi facemmo anche oltre il massimo delle potenzialità di quel gruppo, poi la Juve era più attrezzata di quel Napoli ed è venuto fuori. Quando vincemmo a Torino, arrivammo ad un passo da quel sogno che ora può arrivare davvero. Lo Scudetto se lo sento anche un po’ mio? No, il merito deve prenderselo chi ha lavorato duro in questo biennio di Spalletti, insieme a Giuntoli ed il suo entourage, lasciando da parte chi come me ha lavorato al Napoli negli anni precedenti. Di certe festeggeremo con tutta la città, ormai mio figlio è completamente napoletano (ride ndr)”.

Schwoch: “Osimhen un top, ma dovrà dare continuità a questi numeri. Scudetto? Mi sto già organizzando con degli amici per quando verrà il momento…”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Stefan Schwoch, ex attaccante del Napoli: “Sembrano frasi fatte, ma quando c’è unione di intenti e di volontà vengono fuori stagioni come questa del Napoli. Tutte le cose giuste sono state messe al posto giusto e si vedono i risultati. Osimhen? Oggi sarebbe titolare in quasi tutti i top club europei. Victor quest’anno si sta consacrando, poi bisognerà vedere se nei prossimi anni continuerà ad avere questo rendimento. Oggi gioca in una squadra che gira a mille e lo esalta, ma dare continuità a questi numeri non sarà semplice. Un suo erede? Raspadori e Simeone hanno tutte le qualità e le carte in regola per non far sentire la sua eventuale mancanza, lo abbiamo visto anche ad inizio campionato. I numeri di entrambi sono importanti, hanno lo spirito giusto per il Napoli. Lo Scudetto? Ci sarà tanta voglia di festeggiare, lo si farà tutti insieme con i tifosi e il resto della piazza. Sarò presente anche io, mi sto già organizzando con degli amici per quando verrà il momento”.

Jacomuzzi: “Osimhen già pronto per la Premier. Il problema vero per trattenerlo sarà l’ingaggio, bisognerà vedere se il Napoli riuscirà a mantenere un rapporto leale con il suo procuratore”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Carlo Jacomuzzi, presidente dell’AssoOsservatori ed ex direttore sportivo del Napoli: “Osimhen è già pronto per la Premier League. L’Inghilterra è un panorama completamente diverso per un calciatore, sia dal punto di vista economico che dal punto di vista della risonanza. Di certo un altro anno al Napoli gli farebbe comodo, ma il problema vero è l’ingaggio. Quando arrivano certe offerte, poi è difficile trattenerli e in queste cose il procuratore inciderà molto. Bisognerà vedere se il Napoli riuscirà a mantenere un rapporto leale con chi cura gli interessi del ragazzo. Rimpiazzarlo non sarebbe facile, poi. Anche se è andata bene l’ultima estate con l’acquisto di due-tre calciatori, è difficile ripetersi anche il prossimo anno e prendere uno all’altezza di Osimhen dal nulla. Bisogna andare con i piedi di piombo e bruciare chi arriverà nel caso dopo di lui. Dietro, però, ci sono già giocatori di livello: Raspadori e Simeone possono arrivare in alto, il futuro va valutato poi con calma. Kim e lo United? Farebbe molto comodo, lo United deve migliorarsi molto e uno come il coreano sarebbe un profilo adatto. Non dimentichiamo poi il Newcastle, che ha una proprietà impressionante e se vanno in Champions diventerà una mina vagante sul mercato in Europa. E loro potrebbero davvero venire in Italia e fare razzia dei nostri pezzi forti”.

Bucchioni: “Il Napoli non ha limiti, persino i gufi si sono convinti che il campionato sia ormai chiuso. Questa stagione è nata anche da quel 3-0 di Firenze”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Enzo Bucchioni, giornalista: “Il Napoli ha le motivazioni giuste e vuole scrollarsi di dosso quell’etichetta di splendida perdente. Sono mesi che stiamo narrando questa storia con tanti aspetti splendidi, sia sportivamente che umanamente. Giocatori come Osimhen e Kvaratskhelia stanno facendo di tutto per diventare campioni e certi risultati non arrivano mai per caso. Il Napoli oggi è una squadra che davvero non ha limiti. In Europa c’è qualcuno che gioca meglio di Spalletti e dei suoi? Io non credo proprio. Non vedo punti deboli in questa squadra, il mercato ha persino colmato quei buchi nelle seconde linee. A questo Napoli davano tanti tabù: le gare con le piccole, la sosta del Mondiale, il calo invernale, ma il Napoli ha sfatato tutto. Il campionato è ormai chiuso, persino i gufi si sono convinti e hanno smesso di esserlo… Spalletti sta facendo il capolavoro della sua carriera. Il confronto con Sarri? Resta una delle pagine più belle della storia del Napoli. Anche la sua squadra incantava, ma è rimasta incompiuta dopo quel 3-0 di Firenze. Evidentemente la squadra e l’ambiente non erano maturi, anzi forse è servita proprio per costruire una stagione come questa. Questo Napoli ha più equilibrio, per quanto più spettacolare in fase offensiva. Le altre? L’Inter sta facendo meno di quello che ci si aspettava, i tifosi sono scontenti ed è chiaro che non possono dire che il campionato sia chiuso. È chiaro però che anche loro sanno bene che ormai sia andato. Le bugie devi dirle per non far incavolare la piazza, quindi… A me questo Napoli ha subito ricordato il grande Milan o la Juve di Lippi, squadre che già da ottobre sapevi che avrebbero vinto il campionato. Osimhen? Fossi in lui non sceglierei ancora nulla. Restare a Napoli per vincere ancora sarebbe qualcosa di straordinario, ha ancora una carriera intera per provarsi altrove. A Napoli lo esaltano come pochi, poi vedremo quando arriveranno le famose offerte della Premier”.

Sarri, l’amico Virgili: “Lo Scudetto del 2018 fu vinto dal Napoli. Io e lui a Napoli per la festa Scudetto? A Maurizio lo trucchiamo e lo portiamo (ride ndr). Da tifoso e da turista verrebbe di corsa per godersi la festa”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Aurelio Virgili, amico di Maurizio Sarri: “Maurizio è tifoso del Napoli, già da molto prima che andasse ad allenare gli azzurri. Ricordo quando firmò il contratto con gli azzurri, mi confessò tutta la sua emozione per aver raggiunto la panchina della squadra che tifava sin da piccolino. Penso proprio che anche Maurizio stia vivendo con la giusta partecipazione la cavalcata di questo Napoli. Lui quando parla dei suoi tre anni in azzurro, lo fa sempre con emozione. Stasera ci sentiremo come sempre, prima di ogni partita e fa parte del nostro rituale settimanale. È un modo per sentirci fra amici, i contenuti non sono sempre sportivi o solo quello. Che rapporto ha con Spalletti? A Maurizio, conoscendolo, è difficile volergli male. Noi toscani ci diciamo tutto in faccia senza rancori, quindi sono sicuro che sarà ottimo. Il rapporto con Spalletti non vedo perché debba essere altrimenti. Nelle battute tra Spalletti e Allegri, invece, si intravedeva un po’ di ‘cattiveria’. Maurizio non è uno cattivo, non è un rancoroso. Lui poi caratterialmente è uno che risponde senza filtri, ma sono sicuro che Napoli lo accoglierà con affetto. Ho tanti amici napoletani che ancora mi parlano benissimo di Maurizio. Lo Scudetto del 2018 fu vinto dal Napoli, anche se se l’è cucito sulla maglia la Juventus. Io e Maurizio a Napoli ‘in borghese’ per la festa Scudetto? Io do meno nell’occhio, quindi potrei davvero farci un pensiero (ride ndr)… A Maurizio lo trucchiamo e lo portiamo (ride ndr). Da tifoso e da turista verrebbe di corsa per godersi la festa”.

Commenti
Segui il canale PianetAzzurro.it su WhatsApp, clicca qui
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN.ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu