De Laurentiis pronto a fare un sacrificio per regalare Mascherano a Rafa Benitez

de laurentiis benitezPatti chiari, amicizia lunga. «Farò il possibile per accontentare Benitez sul mercato, rispettando i nostri parametri economici e anche quelli del fair play finanziario». Ma si è aperta una crepa nelle strategie ufficiali di Aurelio De Laurentiis, non insensibile al pressing discreto del suo allenatore e pronto a fare uso di un altro famoso proverbio per sdoganare la trattativa Mascherano: l’eccezione conferma le regola. Solamente facendo uno strappo, infatti, il Napoli potrà permettersi il lusso di andare alla caccia del campione argentino, che per età (30 anni), prezzo del cartellino e stipendio è fuori dalla portata del club e dei suoi conti ammirati da tutti.
Il presidente non ha dunque alcuna intenzione di compromettere il circolo virtuoso, pur volendo andare incontro alle richieste di Rafa. Di qui l’ escamotage: l’eventuale arrivo di Mascherano, sotto forma di un “regalo” per il tecnico spagnolo, avrà i connotati dell’evento straordinario e irripetibile. Benitez sa che ci sarà solamente un Mascherano e i piani del Napoli non cambieranno: col rispetto dei conti prima di tutto. È un messaggio che vale per Rafa, i tifosi e per gli stessi giocatori azzurri: tentati eventualmente di accampare maggiori pretese. Non sono previsti altri strappi. Da ieri il centrocampista argentino è in ritiro a Ezeiza, in periferia di Buenos Aires, con la sua Nazionale. Il calcio d’inizio in Brasile si avvicina e Jefecito ha dato mandato al suo agente di far chiarezza sul futuro prima dell’inizio del Mondiale. L’idea di lavorare di nuovo con Rafa (come a Liverpool) lo affascina. E non sarà un problema trovare l’accordo economico con il Napoli sull’ingaggio: magari spalmandolo su tre o quattro stagioni. C’è di mezzo però il Barcellona: il giocatore è infatti sotto contratto fino al 2016 e deve trattare col suo attuale club per svincolarsi. Delicata la missione che attende l’agente di Mascherano, nel prossimo fine settimana. Spetterà infatti a lui capire quali sono le intenzioni del Barcellona ed eventualmente fissare un prezzo con i dirigenti spagnoli: da proporre al Napoli. De Laurentiis ha voglia di accontentare Benitez, ma non pagherà uno sproposito il cartellino di un trentenne.

La Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 570 volte