De Laurentiis annuncia l’amichevole col Barcellona e rende già nota la ”lista” dei convocati..

Chissà come avrà fatto a camminare, dallo scorso lunedì a oggi, Aurelio De Laurentiis: perché si scopre ora che nelle scarpe non aveva semplici sassolini, ma pietre arroventate. E che ieri, con garbo assoluto, ha deciso di far rotolare tutte verso il Barcellona e, perché no, pure verso l’entourage di Higuain. Dopo lunghe giornate di silenzio e di richieste di commenti gentilmente declinate, ieri il presidente si è lasciato andare. «Giocheremo contro gli azulgrana a Ginevra in amichevole. Il Napoli offrirà il meglio e tutte le sue stelle, da Higuaín a Hamsik, Inler, Mertens oltre a tutti quelli che ora sono ai mondiali saranno in campo». Sembra un annuncio banale, una «chiamata alle armi» dei tifosi napoletani residenti in Svizzera per il 6 agosto, giorno fissato per il test-match a due settimane dal preliminare Champions. Già, sembra. Perché nasconde un messaggio: «… con tutte le stelle, da Higuain ad Hamsik». Ecco qui: fino ad adesso ha taciuto, non ha detto nulla sulla faccenda del presunto accordo tra Higuain e il Barcellona, lasciando però trapelare che «mai e poi mai venderà Gonzalo». Ora, senza voler andare allo scontro con il Barcellona, arriva il segnale. Non è una smentita perché non c’è nessun riferimento al numero 9 dell’Argentina. Ma le parole sono come pietre, si sa. «Le nostre stelle saranno tutte lì». Giù le mani da Higuain, dunque. Anche perché quelle mani non hanno nessuna intenzione di staccare un assegno da 50-55 milioni ovvero il prezzo minimo con cui cominciare eventualmente una trattativa. Il 6 agosto tutti a Ginevra: è la terza volta, che i due club si incrociano. Anche il Barcellona festeggia l’amichevole elvetica: il presidente Bartomeu, secondo la stampa spagnola proprio il principale protagonista del tentato scippo del Pipita, ha elogiato il club partenopeo:«Giocheremo contro una squadra di potenzialità e storia come il Napoli». Napoli sempre in attesa di risposte dalla Francia per Gonalons. Quilon, manager di Benitez, lavora su due fronti: Arbeloa e Suarez. Complicato, ma non impossibile. Ingaggio,d’altronde, nei parametri di De Laurentiis. Il manager di Jefferson Antonio Montero, centrocampista dell’Ecuador, ieri a Radio Crc giura«che il Napoli sta facendo di tutto per averlo». Altre piste mondiali: Matthias Ginter, centrocampista del Friburgo e della Germania e Oribe
Peralta stella del Messico. In entrambi i casi, Benitez ha detto di no. Accordo virtualmente raggiunto con il Torino per il rinnovo della comproprietà di El Kaddouri: se ne parlerà il pros simo anno. Con l’Atalanta è braccio di ferro: rischia seriamente di finire alle buste Cigarini. Il Napoli avrebbe detto di no a una offerta da 5 milioni di euro per Britos della Dinamo Mosca: il club azzurrolo valuta almeno 8 milioni. Si tratta. Ufficiale il passaggio di Andujar al Napoli. Così come in serata il Verona rende noto che anche la comproprietà di Jorginho è rinnovata per un’altra stagione.

Il Mattino

Commenti