Luigi Liberti: “C’è molto rammarico sull’approccio di molti argentini al Mondiale”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luigi Liberti, collaboratore di Sabella

C’è molto rammarico sull’approccio di molti argentini al Mondiale e ricordo uno sfogo di Mascherano al gruppo. Il valore di questo centrocampista è incredibile e anche nello spogliatoio è un leader. È un trascinatore e a tratti mi sembrava di vedere in campo Cannavaro.

Anche io ieri avrei puntato ancora su Lavezzi, ma l’allenatore è Sabella. La sua idea era quella di cambiare modulo ed essere più offensivi. Il Pocho ha giocato benissimo, ma era a centrocampo per cui in una posizione non sua.

Un leggero affaticamento di Fernandez ha portato Sabella ad escluderlo. Demichelis ha comunque esperienza ed ha giocato anche abbastanza bene per cui Fernandez è rimasto in panchina. Il reparto difensivo dell’Argentina non va visto nei singoli, ma nell’organizzazione e negli schemi”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti