Michu: «Forza Napoli». Benitez 2 insiste: «Non fermiamoci più»

Ed ecco a voi, a grande richiesta, il «secondo» Napoli di Rafa Benitez, «costretto» quest’anno a vincere, a migliorare l’ultimo 3° posto in campionato e, soprattutto, a partire a razzo: i preliminari di Champions League si stagliano già all’orizzonte, minacciosi (dal 19 agosto in poi). Ma con la calma dei forti, «senza fretta ma senza pausa», ha ripetuto ieri, il tecnico spagnolo non teme l’attesa crescente attorno alla sua squadra.
Benvenuti Le Dolomiti si sono tinte ieri d’azzurro per il 4° anno di fila. E mille tifosi, sotto il cielo limpido della Val di Sole, hanno dato il benvenuto all’allenatore e al nuovo attaccante spagnolo Miguel Perez Cuesta, in arte «Michu», preceduto via twitter dal presidente Aurelio De Laurentiis. Il vice-Hamsik designato, effettuate le visite mediche a Barcellona un mese fa per verificare le condizioni della sua caviglia malconcia, ha completato i test a Dimaro. E oggi il centravanti (arrivato in prestito oneroso per 1,25 milioni di euro col riscatto fissato a 7,5, ieri la firma) svolgerà il primo allenamento, già con la voglia matta di mettersi alle spalle l’ultima sfortunata stagione allo Swansea: «Saluto tutti i tifosi e forza Napoli», le sue prime parole.
Entusiasmo Applausi fragorosi pure per l’altro volto nuovo Kalidou Koulibaly (difensore francese ex Genk) e per tutti i protagonisti in campo, specie quando Lorenzo Insigne (che ha rinunciato a qualche giorno di ferie post-Mondiale per unirsi al gruppo) ha fatto il suo ingresso alle 17.30 col fratello Roberto e con i big Hamsik, Pandev, Callejon e Maggio (oggi ci sarà pure Albiol). Assenti i reduci del Brasile Higuain, Mertens, Inler, Henrique, Ghoulam, Behrami, Fernandez, Zuniga e Dzemaili. Ma il pubblico si è divertito lo stesso durante la partitella in famiglia degli azzurri: festeggiato in tribuna il 1° gol stagionale, firmato Pandev.
Sfida Vietato accontentarsi e fallire, allora: la morale è chiara, all’alba della nuova stagione, quella in cui Benitez vuole consacrarsi in Italia. Un nuovo inizio carico di aspettative, eppure il tecnico ha avvertito già sensazioni positive, procurate anche dalla Coppa Italia-portafortuna vinta a maggio e in bella mostra pure a Dimaro: «Dopo un anno sentiamo lo stesso affetto e l’appoggio incondizionato dei nostri tifosi, ottimi presupposti per svolgere un grande lavoro — ha aggiunto l’allenatore —. C’è molta, moltissima voglia e c’è tanto entusiasmo per questa nuova stagione che si avvicina, nella quale depositiamo le nostre speranze. Come sempre, poco a poco, passo dopo passo, senza fretta ma senza pausa, come mi avete sentito ripetere tante volte, vogliamo continuare a migliorare. Ci aspetta un’intensa annata. Nel frattempo, Forza Napoli sempre!!!». Ed è solo il primo giorno.

La Gazzetta dello Sport

Commenti