Benitez prima di partire per Liverpool: «Siamo concentrati sull’Inter. Forza Napoli»

Da grande comunicatore qual è, Rafa Benitez, prima di imbarcarsi sul volo diretto in Gran Bretagna, destinazione finale Liverpool, ha voluto congedarsi con un messaggio lasciato sul proprio sito internet. Poche righe ma quantomai significative, sufficienti per esternare il proprio pensiero ad una settimana da una partita così importante. «Siamo concentrati sulla preparazione in vista del prossimo incontro di campionato. Sarà a San Siro e ci vedrà opposti all’Inter. Forza Napoli, come sempre», ha scritto il tecnico mentre lasciava Castel Volturno per avviarsi in aeroporto. Ieri ultimo allenamento. Sono stati cinque giorni intensi. Benitez ha voluto seguire l’addestramento da vicino.E’ stato visto spesso confabulare con i suoi collaboratori tra cui il preparatore Paco de Migue e Fabio Pecchia. Parlare con quei giocatori rimasti al centro tecnico in quanto non impegnati con le nazionali. Alcuni di questi saranno sicuri protagonisti a Milano: Callejon, Insigne, Koulibaly. Ma senza mai perdere di vista gli otto elementi convocati nelle varie rappresentative. Fino all’ultimo era stato a chiacchierare con Hamsik, l’unico partito in ritardo in quanto colpito da influenza. «Marek, vedi se te la senti, altrimenti aspetti la seconda gara per entrare in campo», gli avrebbe sussurrato il tecnico spagnolo. Ma Benitez terminati l’allenamento di giovedì mattina, di sera con i suoi fedeli collaboratori si è piazzato davanti alla tv, ed anche con il computer sempre acceso, cercando di seguire la partita tra Slovacchia e Spagna, e anche la Svizzera. C’erano tre dei suoi in azione, Hamsik, Albiol e Inler. Li ha visti tutti e tre. Stanno bene anche se Albiol dopo la sconfitta della Spagna è stato travolto dalle critiche ed Inler è uscito sconfitto. Solo per Hamsik si è trattata di una serata da ricordare. E ieri prima di partire, Don Rafa ha voluto dire la sua sempre sul sito:«Abbiamo avuto l’occasione di seguire alcune delle partite internazionali che si sono disputate. La vittoria della Slovenia contro la Svizzera, con Inler come nostro principale punto di riferimento, e la sconfitta della Spagna contro la Slovacchia, in cui la nostra attenzione si è focalizzata su Hamsik e Albiol. Ci siamo messi in contatto con i nostri internazionali a cui abbiamo fatto il nostro in bocca al lupo». In pratica il tecnico del Napoli ha cercato di tirare su il morale ad Albiol e a non far persare più di tanto la sconfitta a Inler. Due telefonate non proprio brevissime ieri mattina. Telefonate di conforto, più che altro ed anche di informazione su eventuali acciacchi. E poi quella ad Hamsik. Marek sta bene, è su di giri e contro l’Inter potrebbe essere l’arma vincente nelle mani di Benitez. Insomma, da ieri pomeriggio tutti liberi e Benitez ne ha profittato per fare un salto a Liverpool. E mentre partiva, confidava: «Cercherò di vedere all’opera anche gli altri». Spera che Higuain e Mertens possano sbloccarsi con le nazionali, che Rafael riacquisti autostima, che Zuniga non si affatichi più di tanto. Il Napoli riprenderà martedì pomeriggio e poi via via si aggregheranno i nazionali. Tre giorni via da Castelvolturno ma per Rafa sarà difficile staccare del tutto la spina.

Corriere dello Sport

Commenti

Questo articolo è stato letto 451 volte