Milan: Inzaghi ritrova Diego Lopez, occasione per El Shaarawy

MILANO – Diego Lopez torna ad allenarsi sul campo, Jeremy Menez invece deve lavorare ancora lontano dai compagni. Comincia con questi aggiornamenti la marcia di avvicinamento del Milan alla trasferta di domenica pomeriggio a Verona contro l’Hellas. Il portiere spagnolo può considerarsi recuperato, ora toccherà a Inzaghi decidere se schierarlo oppure lasciare tra i pali rossoneri Abbiati.

MENEZ ANCORA FUORI – Invece non si è ancora pienamente ristabilito il francese che si è fermato settimana scorsa a causa di un risentimento muscolare all’adduttore della gamba destra. Nella prima delle due sedute giornaliere, previste a Milanello, non ha potuto allenarsi insieme al resto della squadra (ancora non al completo, in attesa del ritorno di tutti i Nazionali). A questo punto aumenta la possibilità di un’assenza del numero 7 contro i gialloblù. Seconda mancanza di peso nell’undici titolare rossonero dopo quella determinata dalla squalifica di De Jong. Si tratta di due elementi fondamentali del Milan in questo avvio di stagione.

OCCASIONE PER EL SHAARAWY – Inzaghi pensa di utilizzare Essien a centrocampo con un ritorno al tridente offensivo, il modulo migliore per rivedere dal primo minuto El Shaarawy. E’ l’ex genoano l’elemento più atteso perché chiamato a lasciare un segno dopo l’inizio promettente con la Lazio, seguito da problemi fisici e un calo di condizione. Dieci giorni fa con il Chievo il Faraone ha mostrato segnali incoraggianti di ripresa entrando nel secondo tempo. Il 4-3-3 sarebbe anche l’assetto migliore per contrastare il Verona di Mandorlini che utilizzo lo stesso sistema di gioco.

AMARCORD PER INZAGHI – Una banco di prova significativo per Inzaghi allenatore, su un campo difficile dove i padroni di casa danno tutto sostenuti da un pubblico sempre caloroso: alla prima giornata dello scorso campionato i rossoneri, allora guidati da Allegri, subirono una sconfitta per 2-1. Sarà anche un amarcord per l’ex bomber che ha debuttato in Serie B con la maglia del Verona nel 1993. E’ un club al quale Inzaghi è rimasto molto legato. Ma domenica contro i gialloblù Super Pippo dovrà cercare di ritrovare la vittoria in trasferta che manca dalla 2a giornata, dal 5-4 di Parma, altra squadra dove ha giocato agli albori della carriera. Dopo il successo del Tardini, lontano da San Siro, sono arrivati due pareggi con le neopromosse Empoli e Cesena.

serie A

milan ac
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 161 volte