Monica Sarnelli: “Insigne è l’ unico napoletano in una squadra di stranieri”

Insigne è l’unico napoletano in una squadra di stranieri. Giù le mani dall’ inno“.  Cosi la cantante e artista napoletana, Monica Sarnelli, nel programma 91° minuto condotto da Roberto Esse tifosa da sempre al punto che “seguo il Napoli ovunque, anche mentre lavoro. Lla gioia più grande è quando il Napoli vince ma purtroppo l’infortunio di Insigne in questo momento non ci voleva”. Inoltre la cantante difende l’inno e dice “la canzone che più ci rappresenta è o’ surdat nnammurat, in questo momento non credo sia il caso di cambiare. Il mio calciatore preferito è Insigne, perché rappresenta la napoletanità in una squadra dal carattere internazionale”. Infine la Sarnelli svela anche qualche progetto futuro:” il 26 novembre sarò al teatro Mediterraneo in cui renderò omaggio al grande Mario Musella, mentre il 22 gennaio sarò in scena con uno spettacolo al teatro Cilea”

Tilde Schiavone – Pianetazzurro.it.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!