Esterno destro: Maggio e Mesto in scadenza, si ritorna a pensare a Janmaat

La rieducazione aspettando le prime corse, la piscina e le sollecitazioni vere. Un calvario cominciato a ottobre 2013 e non ancora finito. L’operazione, la lunga degenza e il rientro in campo posticipato dilatato come la pazienza. Storie note. E così i musi lunghi e il ritorno a intermittenza. Ora le cure, le altre. Coi tempi previsti, ma senza scadenze perentorie. E allora il mercato di gennaio l’opportunità per agire. La necessità. Zuniga l’esterno tutto fare: destro di piede, adattato a sinistra. La doppia opzione che sta mancando. E non è l’unica in prospettiva: Maggio e Mesto sono a scadenza. E difficilmente rinnoveranno. Insomma, serve un esterno. Preferibilmente di piede destro: ci sarà un buco. Meglio poi se giochi anche mancino. Un titolare per il futuro, insomma. Quel Janmaat che poteva arrivare l’estate scorsa. Un investimento vero. Gennaio è un’occasione. Ma senza ansie. I tempi li scandisce il mercato e la possibilità di prendere quelli giusti. Darmian del Torino l’opzione italiana. Garanzia di adattabilità e rendimento. Van Rhijn dell’Ajax l’ipotesi discussa a Castelvolturno col procuratore di Mertens passato da quelle parti. Widmer dell’Udinese un talento già per troppi e perciò col rischio asta. Meunier il profilo classe ’91 interessante: belga del Brugges è tra i monitorati di un listone di idee lungo e ancora un po’ misterioso.

 

Corriere dello Sport

Commenti

Questo articolo è stato letto 511 volte