L’Inter gioca solo 45′, Shaq non basta: 0-0 stretto a Sarri

Esordio di Shaqiri in nerazzurro, entrato in campo al 73′ al posto di Podolski (foto getty)

Nerazzurri mai pericolosi nel primo tempo, meglio nella ripresa, ma il pari non premia un brillante Empoli. Ranocchia esce per una sospetta distorsione al ginocchio. Esordio dello svizzero, che entra al 73′, ma non cambia un match nato nel segno della X

EMPOLI-INTER 0-0

Guarda la cronaca del match

A BREVE LE PAGELLE

La quiete dopo la tempesta nerazzurra. Fulmini e saette contro il Genoa, squadra scarica di idee contro l’Empoli. Sono bastati sette giorni per ridimensionare l’Inter, passata dall’essere la corazzata che sogna la Champions alla squadra che può ritenersi fortunata per uno 0-0 al Castellani. Per Sarri è addirittura la quarta partita consecutiva che chiude a reti inviolate in casa. Gli azzurri hanno segnato solo due gol nelle ultime sette gare interne al: il loro è il secondo peggior attacco casalingo in Serie A (sette gol), ma questo non deve fare pensare a un match giocato in difesa.

Ancora panchina per Shaqiri – Mancini conferma l’undici che ha battuto il Genoa giocando un calcio frizzante. Unica variazione Ranocchia, rientrato dalla squalifica, schierato al posto di Andreolli al fianco di Vidic (rinvigorito dal gol a San Siro). Guarin ancora in mediana in coppia con Medel, mentre Hernanes trova spazio come trequartista a destra. La presenza del brasiliano costringe Kovacic alla panchina. Anche Shaqiri deve rimandare il suo debutto da titolare. Sarri a sorpresa stravolge l’attacco: fuori Maccarone e Tavano, dentro Mchedlidze e Pucciarelli. Barba prende il posto di Laurini come terzino sinistro, per garantire una maggiore copertura sulle fasce.

45 minuti di noia – Gli spettatori del Castellani dovrebbero chiedere uno sconto del biglietto. Nel primo tempo le due squadre si studiano, con l’Empoli che pensa soprattutto a limitare al massimo il possesso palla dell’Inter. I toscani riescono nell’obiettivo e giocano meglio. Tuttavia non arriva nessuna occasione da far sussultare i tifosi e le due squadre, di fatto, si danno battaglia soltanto nella ripresa. Da segnalare a fine primo tempo l’infortunio di Ranocchia, che lascia il posto ad Andreolli a causa di una sospetta distorsione al ginocchio.

Shaqiri non basta – Il secondo tempo si apre con una grande occasione per Vidic, che sfiora il secondo gol in due partite mandando a lato di testa su calcio d’angolo. Al 57’ l’Inter ha la sua migliore occasione: assist meraviglioso di Hernanes e Palacio manda a lato di testa. Da quel momento le migliore opportunità sono tutte dell’Empoli. Pucciarelli sfiora per due volte il gol, è bravissimo Handanovic a respingere con due grandi parate. Unica nota positiva per l’Inter nel secondo tempo l’esordio di Shaqiri, che non può comunque ribaltare le sorti di un match nato nel segno dello 0-0. Anzi, nel segno della X.

Fonte: SkySport

Commenti