Cagliari-Sassuolo 2-1: continua la risalita dei sardi, Zola ringrazia Cop

CAGLIARI – Continua a scalare la classifica il Cagliari di Zola, che si toglie momentaneamente dalla zona retrocessione (superato il Chievo, atteso alla sfida con la capolista Juventus) battendo il Sassuolo nell’anticipo che apre il girone di ritorno della Serie A 2014/15. A firmare il secondo successo interno consecutivo dei rossoblù è Duje Cop, subentrato nella ripresa e subito decisivo. Il suo primo gol in Italia, infatti, arriva appena tre minuti dopo il momentaneo 1-1 sassolese, arrivato grazie ad un’autorete di Rossettini, autore anche del gol del vantaggio sardo nel primo tempo.

ANCORA PANCA PER CONTI – Zola lascia ancora Daniele Conti in panchina, mettendo Crisetig in cabina di regia ed offrendo a Dessena la fascia da capitano. Ekdal e Joao Pedro sono i due trequartisti alle spalle di Longo, nell’albero di Natale opposto al classico 4-3-3 di Di Francesco. Il tecnico neroverde sposta Vrsaljko a sinistra, per ovviare all’assenza di Peluso, con Gazzola sul fronte destro; nessuna sorpresa in avanti, dove compongono il tridente Sansone, Zaza e Berardi.


SARDI AVANTI AL PRIMO COLPO –
Il primo tempo è abbastanza avaro di emozioni, al di là del gol del vantaggio sardo. I rossoblù lasciano il pallino del gioco in mano al Sassuolo, chiudendosi a riccio e affidandosi alle ripartenze. Gli emiliani cercano varchi con le azioni manovrate ma li trovano solo sulle fasce, dove Gazzola e Vrsaljko trovano spesso l’affondo ma non i movimenti degli attaccanti. Gli uomini di Zola aspettano e vengono premiati: alla prima occasione utile, infatti, passano. Minuto 20, Joao Pedro batte un corner dalla sinistra e pennella un bel cross per Rossettini, che si infila a fari spenti in una difesa ospite addormentata e batte Consigli di destra. La reazione del Sassuolo è pressoché impalpabile, complice anche la giornata no delle tre punte. Berardi, su calcio di punizione, crea l’unico vero pericolo per la porta di Brkic nel primo tempo.

ROSSETTINI FA DOPPIETTA… MA SBAGLIA PORTA –
Più vivace la ripresa, quando le squadre si allungano e la stanchezza comincia ad affiorare. È sempre il Sassuolo a fare la partita ma è il Cagliari a fallire il primo match-point, quando la conclusione di Joao Pedro (ben servito da un ottimo Donsah) si stampa sul palo. Di Francesco corre ai ripari, togliendo un evanescente Sansone in favore di Floro Flores, e l’attaccante napoletano impegna subito Brkic con una girata dal limite. Per il gol, però, serve qualcosa in più, ovvero l’aiuto dei padroni di casa: l’altro subentrato Floccari spizza di testa su corner dalla destra, Brkic respinge sui piedi di Acerbi che appoggia verso la porta ma è l’intervento in scivolata di Rossettini a battere inesorabilmente il proprio portiere.

COP ENTRA E COLPISCE, GLI OSPITI CHIUDONO IN 10 –
Manca un quarto d’ora più recupero al termine ed un Sassuolo fortemente sbilanciato in avanti conserva il vantaggio per soli tre minuti. Cop riceve palla in area neroverde e batte Consigli con un bel tiro al volo, quello che vale il primo, pesantissimo, gol del croato in A. Di Francesco le prova tutte, inserisce anche Pavoletti al posto di Magnanelli ma, proprio quando si ritrova con cinque punte in campo, Acerbi si fa espellere per somma di ammonizioni. Il risultato è che, nei due minuti (più sei di recupero) che restano, è ancora il Cagliari ad andare più vicino al gol, con l’ex Farias fermato sulla linea da Cannavaro. Finisce così ed è un risultato che accresce l’ottimismo dell’ambiente rossoblù, mentre il Sassuolo, come spesso è accaduto, va in confusione non appena si parla di qualificazione europea e resta nella metà di destra della classifica.

CAGLIARI-SASSUOLO 2-1 (1-0)
CAGLIARI (4-3-2-1):
Brkic 6.5, Gonzalez 6, Capuano 6, Rossettini 7, Avelar 6, Dessena 6.5, Crisetig 6.5, Donsah 6.5 (30′ st Sau sv), Ekdal 7, Longo 6 (17′ st Cop 7), Joao Pedro 6.5 (23′ st Farias 6). (1 Colombi, 27 Cragno, 14 Pisano, 24 Benedetti, 3 Murru, 5 Conti, 18 Barella, 22 Husbauer). All.: Zola
SASSUOLO (4-3-3): Consigli 6, Vrsaljko 6, Cannavaro 5.5, Acerbi 5, Gazzola 5.5, Brighi 5.5 (23′ st Floccari 6), Magnanelli 5.5 (40′ st Pavoletti sv), Missiroli 5.5, Berardi 5.5, Zaza 5, Sansone 5 (17′ st Floro Flores 6.5). (1 Pomini, 16 Polito, 5 Antei, 20 Bianco, 3 Longhi, 26 Terranova, 6 Chibsah, 8 Biondini). All.: Di Francesco
ARBITRO: Rocchi di Firenze
RETI: nel pt 20′ Rossettini; nel st 31′ Acerbi, 34′ Cop
AMMONITI: Capuano, Acerbi, Rossettini, Joao Pedro, Ekdal per gioco scorretto; Zaza e Floro Flores per comportamento non regolamentare
ESPULSO: Acerbi al 43′ st per doppia ammonizione
ANGOLI: 6-5 per il Cagliari
RECUPERO: 1′ e 6′
SPETTATORI: 10 mila circa.

cagliari caclio

sassuolo calcio
serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti