Gasperini: “Al San Paolo non sarà facile: Napoli inferiore solo a Juve e Roma. E sugli infortuni..”

Gasperini_DMF_5626

“Niang è giovanissimo e credo che qui troverà l’ambiente giusto per fare bene. La sua velocità e la capacità di inserimento sono caratteristiche che ci torneranno utili. Genoa che cambierà modo di giocare con il suo arrivo? Dobbiamo sfruttare i punti di forza dei giocatori a disposizione, non possiamo clonare le caratteristiche di chi è stato a Genova in tempi passati”. Gian Piero Gasperini ha parlato a Pegli in vista della trasferta di Napoli, una partita difficile nel campo di una squadra che sta attraversando un buon momento di forma: “I partenopei hanno un organico importante, si collocano subito dietro Juventus a Roma. Al San Paolo non sarà facile, però dobbiamo giocarcela consapevoli dei nostri valori. Scontro diretto? Non abbiamo l’obiettivo del Napoli, sarebbe sciocco dire che lottiamo per il primo posto, proprio come sarebbe altrettanto sciocco sostenere che non abbiamo traguardi a cui puntare, sogni e speranze. Non sempre nel calcio vince chi la spara più grossa. Non mi sto riferendo a nessuno in particolare, parlo solo per quello che riguarda il mondo Genoa”.
Gasperini ha poi aggiunto: “L’emergenza infortuni sta rientrando, piano piano stiamo ritrovando tutti gli elementi della rosa, alcuni stanno recuperando dai rispettivi problemi fisici e altri sono pronti dopo la squalifica. Tutti quelli che hanno giocato hanno fatto bene: Lestienne ha iniziato a imporsi e Fetfatzidis è stato importantissimo, contro il Sassuolo ha disputato un’ottima gara. Nonostante le difficoltà abbiamo sempre risposto presente Firmerei per ripetere quanto fatto nel girone di andata. Abbiamo lavorato alla grande e consentito a questi colori di acquisire nuovamente credibilità e il rispetto degli avversari. Il girone davanti a noi avrà un coefficiente di difficoltà più alto, il nostro spirito dovrà fare la differenza e sono convinto che riusciremo a toglierci soddisfazioni sia sotto il profilo del gioco che sotto quello delle prestazioni”.
Il mister ha inoltre parlato del mercato: “Dobbiamo concentrarci sul campo, senza distrazioni. Su Sturaro la società ha detto quello che c’era da dire; se il ragazzo andrà alla Juventus vorrà dire che abbiamo lavorato molto bene, il Genoa vive anche di questo. Kucka si sta allenando alla grande, Mandragora è pronto al rientro e Costa, prima o poi, tornerà a disposizione: il reparto è al completo”.

pianetagenoa1893.net

Commenti

Questo articolo è stato letto 584 volte