Iavarone: “Nel contratto di Hamsik ci deve essere una clausola che prevede la sostituzione fissa”

TONY-IAVARONE-620x330TONI IAVARONE, giornalista, responsabile di Toniiavarone.it, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “E’ stata una domenica sull’ottovolante, mentre eravamo su, con un Napoli strepitoso ed a contatto di gomito con la Roma, purtroppo, l’illusione è svanita e tutto è tornato come prima. Il Napoli oramai è ancorato al suo modo di giocare e non cambia mai, nemmeno quando gli sfugge il controllo della partita come accaduto con l’Inter, rimodellata per l’occasione da Mancini. I cambi di Benitez, invece, sono contrari alla logica perché non si tolgono mai i migliori in campo e mi riferisco a Mertens ed Hamsik mentre si lasciano in campo giocatori in oggettiva difficoltà come Callejon ed Henrique. Tutto questo ci riporta con i piedi a terra e con l’ennesima occasione persa per avvicinare la Roma, per non parlare poi delle differenze di rendimento rispetto alla scorsa stagione. Ad un anno di distanza era lecito attendersi dei miglioramenti che, al contrario, non ci sono stati. Sembra quasi che se si parla di centrocampista in più si bestemmia ed invece io vedo che tutti lo fanno, tranne quelli integralisti che però, difficilmente ottengono risultati. Alla luce dei fatti Benitez ha perso la sfida con Mancini e non solo. Secondo posto? Dobbiamo fare il gioco della monetina per saperlo, nonostante la Roma stia facendo di tutto per favorire il sorpasso degli azzurri. Hamsik deve aver firmato un contratto particolare che contiene una clausola che prevede la sostituzione fissa ad ogni partita”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!