Milan, partnership con il Fondo Doyen ci sarà. Lippi: “Io dt? Tutto falso”

MILANO – La rettifica all’articolo pubblicato da un quotidiano portoghese contiene una notizia significativa per l’assetto societario del Milan del futuro. Ieri il giornale lusitano Record ha scritto che la Doyen Sports sarebbe diventata una dei nuovi investitori del club rossonero. Il gruppo guidato da Nelio Lucas invece ha fatto sapere che non ci sarà nessun ingresso nella compagine azionaria, ma una partnership nella gestione della politica sportiva. Quindi Doyen Sports di fatto sostiene che d’ora in poi collaborerà al mercato del Milan.

VICINO A BEE E GALLIANI – Nei giorni della trattativa di Bee Taechaubol con Silvio Berlusconi tra Arcore e Milano, Nelio Lucas ha incontrato spesso l’imprenditore thailandese, tanto da venire considerato un componente della cordata guidata dal broker di Bangkok. Ma, a meno di dare per scontata la conclusione positiva delle negoziazioni con Bee, questa precisazione di Doyen potrebbe dimostrare che la società, attiva nel settore delle Tpo prima e Tpi adesso (controllo dei cartellini dei calciatori e ora prestiti ai club per l’acquisto degli stessi), si avvicinerà comunque ai rossoneri indipendentemente dal nome dell’acquirente delle quote del Milan, che sia Bee o gli imprenditori cinesi. D’altronde Lucas da alcuni anni è in buoni rapporti anche con Galliani e ha partecipato all’operazione che ha portato al ritorno di Kakà in Italia dal Real Madrid.

LIPPI: “NON SARO’ DT DEL MILAN” – Marcello Lippi smentisce con decisione la possibilità di diventare direttore tecnico del Milan: Non è vero niente, è falso al 100%  –  ha detto l’ex Ct a “Un Giorno da Pecora” su Radio2 – forse tutto nasce dal fatto che Cannavaro è amico di questo Mister Bee, che io invece non conosco”. Lippi ha lasciato nei mesi scorsi un incarico da dirigente del Guangzhou in Cina dove collaborava con Cannavaro, attuale allenatore della formazione Campione di Cina.

“IMPOSSIBILE FARE PEGGIO” – Intanto a Milanello la squadra di Inzaghi cerca di ritrovare un minimo di compattezza dopo le tre sconfitte consecutive con Udinese, Genoa e Napoli. Obiettivo difficile contando che di fronte c’è la Roma impegnata a difendere il contro-sorpasso al secondo posto. Mexes prova a scuotere l’ambiente: “Servirà lo stesso spirito che abbiamo avuto a Napoli dopo l’espulsione  –  dice il difensore francese a Milan Channel  –  ormai peggio non possiamo fare. Dobbiamo sentirci tutti leader perché ognuno di noi ha bisogno dell’aiuto dei compagni. Se non siamo uniti non possiamo andare da nessuna parte. Dobbiamo fare ancora di più per tornare quello che eravamo a inizio stagione. Adesso servono orgoglio e grinta. Dobbiamo onorare al meglio questa maglia che lo merita”.
 

serie A

milan ac
Protagonisti:
bee taechaubol
Fonte: Repubblica

Commenti