Conosciamo meglio Diego Perotti, l’argentino che il Napoli sta seguendo

Perotti GenoaTra i tanti calciatori che sta seguendo il Napoli, uno particolarmente intessante è l’argentino Diego Perotti, attualmente al Genoa. Nato a Moreno (Buenos Aires), il 26 luglio 1988, inizia a giocare a calcio nelle giovanili del Boca Juniors e successivamente nel Deportivo Moron. Nella stagione 2007/2008 approda al Siviglia Atlètico, la squadra B del Siviglia, con la quale colleziona 32 presenze e 1 rete. Durante l’annata successiva, Perotti passa in prima squadra del Siviglia, dove nel maggio del 2009 va a segno per la prima volta; il Siviglia infine, si qualifica al terzo posto in zona Chempions. Ancora più importante, la stagione successiva, nella quale, Perotti gioca nella massima competizione internzionale, e il 19 maggio 2010 il Siviglia batte l’Atletico Madrid nella finale della Coppa del Re e si aggiudica il trofeo. Perotti va a segno 5 volte in 40 presenze. Nell’annata 2010/2011, il Siviglia si piazza al quinto posto in campionato, conquistando la qualificazione in Europa League. Dopo alcune stagioni con poche presenze a causa di un infortunio, la stagione 2013/2014 è l’ultima dell’argentino con la maglia del Siviglia con la quale colleziona in 6 stagioni, 160 presenze e 16 reti tra campionato e coppe. Dopo una piccola parte di stagione giocata in Argentina con il Boca Juniors (anche in questo caso con un infortunio), nella scorsa stagione approda in Italia, vestendo la maglia del Genoa. Nel campionato italiano, ha dimostrato di essere un buon attaccante, collezionando 4 gol in 28 presenze. Come caratteristiche, Diego Perotti lo si può paragonare a Mertens, ma l’argentino ha dimostrato di essere un fantasista. Per quanto riguarda la posizione in campo, non ha assunto mai il ruolo di tequartista centrale, ha giocato sempre come ala sinistra, fatta eccezione in alcuni casi al Genoa, dove ha giocato sulla destra. A Siviglia invece, in alcune occasioni, si è adattato come centravanti di manovra. Si presume quindi che Perotti giocherebbe nel 4-3-2-1 o nel 4-3-3. Viene soprannominato”El Monito”, cioè “Scimmietta” per la sua velocità e grinta. Al momento, la trattativa per portare Diego Perotti in azzurro è ancora in standby, staremo a vedere nei prossimi giorni.

Mariano Potena

 

Commenti