Telefonata Lotito-Iodice, Palazzi decide di archiviare

Il Procuratore federale si è espresso sul caso che ha visto coinvolti il presidente della Lazio e il dg dell’Ischia. Il legale del proprietario del club biancoceleste: “Conclusione naturale”

Caso archiviato. Il Procuratore federale Stefano Palazzi si è espresso sul caso della telefonata al dg dell’Ischia
Pino Iodice, registrata e resa pubblica e ha disposto l’archiviazione del procedimento.

Nella telefonata, il cui contenuto era stato reso pubblico dallo stesso Iodice nel febbraio scorso, Lotito parlava tra l’altro del suo programma per rimettere in sesto in sei mesi la Lega Pro superando la contrapposizione tra club per e contro l’allora presidente Macalli. Secondo il dirigente campano, il numero uno della Lazio faceva pressioni per ottenere sostegno al suo programma. La Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un’inchiesta sulla vicenda, ipotizzando nei confronti di Lotito il reato di tentata estorsione.

L’avvocato del proprietario biancoceleste ha commentato così: “Mi sembra la naturale conclusione delle indagini, non c’è stato niente di anomalo. Soddisfazione? Mi sembra sia naturale che finisse così. Non c’era niente. E anche la telefonata era chiara per chi la volesse sentire con orecchie pulite”.

Ora, in merito alla telefonata resa pubblica lo scorso febbraio, resta aperto il procedimento della Procura di Napoli in cui Lotito risulta indagato per tentativo di estorsione. “Auspichiamo una archiviazione? Abbiamo prodotto una memoria e una documentazione e i giudici sono diversi ma speriamo sia la stessa cosa anche li'”, ha concluso lo stesso legale.

Fonte: SkySport

Commenti