Napoli, dov’eravamo rimasti? C’è la Lazio: l’incubo continua

higuain rigore sbagliato Napoli-Lazio 2-4L’avversario di questa sera riscuote poche simpatie da queste parti. La rivalità con la Lazio dura da sempre, ma si è intensificata dopo quanto avvenuto prima dell’estate. Due notti terribili hanno scosso la passione dei napoletani: la prima ha determinato l’esclusione dal preliminare di Champions del Napoli, che perse proprio contro la Lazio all’ultima giornata dello scorso campionato. La seconda ad aprile, quando proprio la formazione di Pioli aveva negato a quella di Benitez la finale di Coppia Italia, dopo averla battuto al San Paolo con un gol di Lulic, a dieci minuti dalla fine dell’incontro. Due sgarbi, dunque, che invoglieranno Sarri e i suoi a mettercela tutta stasera pur di restituire all’avversario i torti subiti. Ma il valore della Lazio è nettamente superiore a quello del Bruges, aspettarsi un’altra goleada potrebbe essere deleterio.
CONFERME A Napoli c’è voglia di conquistare il primo successo in campionato dopo il devastante esordio in Europa League con i i 5 gol rifilati al Bruges. E l’allenatore napoletano ha chiesto alla squadra di confermare quanto di buono fatto vedere giovedì sera, a prescindere dal modulo tattico e dalle scelte che farà. Tutto lascia presagire la conferma da parte di Sarri del tridente dopo la positiva prestazione europea, ma il tecnico tiene in caldo anche la formula con il trequartista, che gli ha permesso di disputare gli ultimi due campionati, eccellenti, alla guida dell’Empoli.

La Gazzetta dello Sport

Commenti

Questo articolo è stato letto 606 volte