Roma in vetta, bene Napoli e Fiorentina. Cadono Juve e Lazio

Guarda la cronaca dei match

LE PAGELLE

Il turno infrasettimanale sorride al gruppo di testa della classifica di Serie A. Dopo il successo dell’Inter nell’anticipo della 10.a giornata giocato al Dall’Ara, nel mercoledì di campionato arrivano le vittorie di Roma, Napoli e Fiorentina.
La Lazio cade a Bergamo, la Juve si arrende al Sassuolo e il Milan di Mihajlovic batte il Chievo. Pirotecnico 3-3 a Torino tra i granata e il Genoa.
Sono 22 le reti segnate nelle 8 gare disputate, nessun calcio di rigore assegnato, tre espulsioni (Chiellini, Borriello e Soddimo) e tre autogol (Marquez, Basta e Tachtsidis).
La classifica vede la Roma al comando a quota 23, seguita da Napoli, Fiorentina e Inter a 21 punti. In fondo ci sono il Bologna con 6 punti, Verona e Carpi a 5.

Roma-Udinese 3-1 – I giallorossi di Garcia impiegano pochi minuti a riprendersi la vetta della classifica, occupata per 24 ore dall’Inter. L’avvio di gara è targato Maicon: prima serve l’assist per Pjanic e poi firma personalmente il 2-0. Nella ripresa Gervinho chiude definitivamente la pratica. Inutile il gol di Thereau a un quarto d’ora dal triplice fischio.

Napoli-Palermo 2-0 – Quinto successo consecutivo in campionato per la squadra di Sarri, che supera i rosanero con l’ennesima prestazione decisiva di Higuain: il Pipita sblocca il risultato al 39′ con un bel tiro dalla distanza, dopo che Insigne, qualche minuto prima, era stato fermato dal palo. Nella ripresa Higuain va vicino alla doppietta due volte, anche lui centrando il legno. Mertens a 10′ dalla fine trova il suo primo gol in Serie A di questa stagione (ne ha segnati 3 in Europa League). La rete del belga fa respirare i compagni, dopo i tre pali colpiti che tenevano vive le speranze di rimonta degli ospiti del San Paolo. Dodicesimo risultato utile consecutivo tra campionato ed Europa League per il Napoli.

Sassuolo-Juventus 1-0 – Una fantastica punizione di Sansone gela Buffon portando in vantaggio i neroverdi di Di Francesco. L’espulsione di Chiellini a fine primo tempo complica le cose per Allegri, che incassa la quarta sconfitta in campionato.

Milan-Chievo 1-0 – Mentre sugli spalti prosegue la contestazione da parte dei tifosi rossoneri nei confronti della società, sul campo Mihajlovic inizia a togliersi qualche soddisfazione. A San Siro, sotto la pioggia battente, arriva la seconda vittoria nel giro di 4 giorni. Nei primi minuti di gioco si fa male Abate, sostituito da De Sciglio. Match che si sblocca nel secondo tempo con l’assist di Bacca per Antonelli, che trova un gran gol.

Atalanta-Lazio 2-1 – Una punizione di Biglia nei primi minuti di gara illude la squadra di Pioli, che torna dalla trasferta di Bergamo con una sconfitta rimediata nel secondo tempo. Decisive una goffa autorete di Basta e il gol del Papu Gomez nel finale.

Frosinone-Carpi 2-1 – Ciofani porta in vantaggio i padroni di casa trovando il primo gol stagionale, Marrone pareggia per gli emiliani. Sull’1-1 la parità si manifesta anche dal punto di vista dei cartellini rossi: le due squadre giocano gli ultimi 20′ in dieci per le espulsioni di Soddimo e Borriello. Ma Sammarco nei minuti di recupero fa gioire la squadra di casa firmando il gol vittoria contro una diretta concorrente per la lotta salvezza.

Verona-Fiorentina 0-2 – La sfida tra Rossi e Marquez (ma questa volta la MotoGP non centra) inizia con un autogol del difensore del Verona: Gollini respinge una conclusione di Kalinic che rimpalla sul fondoschiena del messicano. Kalinic in avvio di ripresa arrotonda il risultato su assist di Pepito. Quella dei viola è l’unica vittoria esterna della serata.

Torino-Genoa 3-3 – Partita scoppiettante dal primo all’ultimo secondo, sbloccata da Laxalt con un colpo di testa ravvicinato, reso facile da una brutta uscita di Padelli; Maxi Lopez pareggia subito ma prima dell’intervallo c’è tempo per il primo gol in maglia granata di Zappacosta. Nel secondo tempo Pavoletti riacciuffa il risultato e Tachtsidis, con un’autorete di ginocchio, sembra condannare il Genoa. Ma all’ultimo secondo, ancora Laxalt, riacciuffa l’unico pareggio della giornata.

Fonte: SkySport

Commenti