Corrent: “Nel Napoli si vede molto l’ impronta di Sarri, è una persona seria e la sua parentesi a Verona è capitata nel momento sbagliato”

SarriMilanbisNICOLA CORRENT, ex centrocampista del Napoli, è intervenuto a “FUORI GARA”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Fabio Tarantino. Ecco quanto ha affermato: “La gara di domenica sarà molto complicata per il Verona, servirà la partita perfetta e fortunata. A Verona hanno vissuto due settimane molto particolari, tutti pensavano all’esonero e invece Mandorlini è rimasto. Quella di Toni è un’assenza che si è sentita tanto, parliamo di un giocatore che ha sempre fatto la differenza negli anni. Sarri mi piace molto perché quest’anno si vede molto l’impronta e la sua mano. E’ una persona seria e competente. La sua parentesi a Verona è avvenuta nel momento sbagliato. Il Verona puntava in alto ma c’erano tante difficoltà e lui purtroppo, pur avendo una grande dedizione, non è riuscito a trasmetterci quello che voleva. Sono convinto che come tipo di allenatore vada preso ad inizio stagione e non in corsa. A quei tempi ci consigliava di usare solo scarpe nere perché il concetto è che tutti dovevano pensare nella stessa maniera e avere gli stessi obiettivi. Non mi sorprende la sua carriera. L’anno di Napoli non lo dimenticherò mai. Già dal primo giorno si vedeva che De Laurentiis aveva idee chiare sulla società. In quel momento la visione del presidente ci sembrava quasi forzata ma lui con grandi capacità“.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!