Atalanta-Empoli 0-0: il palo frena Saponara, ma il pari sta bene a entrambe

BERGAMO –  L’Atalanta deve ancora rimandare l’appuntamento con la vittoria: la sfida interna contro l’Empoli di Giampaolo finisce infatti 0-0. Un risultato giusto per quello che si è visto: padroni di casa più pericolosi nel primo tempo, ospiti meglio nella ripresa con il palo che ha detto di no a Saponara. Un passo in avanti per la salvezza aritmetica delle due squadre, anche se i ragazzi di Reja non vincono da ben 9 gare.

LA CRONACA, SI RIVEDE PINILLA – Reja sostituisce lo squalificato Dramè con Brivio e sceglie Pinilla centravanti, al rientro dal 1′ dopo 3 mesi, a centrocampo c’è l’esordio dello svizzero Freuler. Prima volta anche per Ariaudo con la maglia dell’Empoli, per il resto Giampaolo ha la formazione tipo. Iniziano meglio i toscani, pericolosi con una punizione dal limite dopo 3′: il tiro di Paredes viene deviato in barriera da Toloi che rischia l’autorete, l’arbitro Fabbri poi non concede l’angolo.

TONELLI BECCATO DAI TIFOSI – Intanto ogni volta che tocca la palla Tonelli, arrivano bordate di fischi dai tifosi orobici, che ricordano la lite tra il difensore empolese e Denis nella partita dello scorso anno: all’epoca, negli spogliatoi a fine gara, ci fu un pugno dell’attaccante argentino nei confronti di Tonelli, anche se in occasione della gara di ritorno in Toscana ci fu una stretta di mano a sancire la pace.


PINILLA SCIUPONE – Dopo 20′ di studio, l’Atalanta prende in mano il gioco grazie a un Diamanti molto inspirato. Se però la porta toscana resta inviolata è colpa prima del Papu Gomez che spara alto da pochi passi, poi al 29′ di Pinilla che, a tu per tu con Skorupski, prova a dribblare l’ex portiere della Roma sciupando tutto. Chi invece inquadra la porta è Kurtic che al 36′ tira a botta sicura dopo un perfetto inserimento, ma il portiere polacco dell’Empoli si supera e dice di no.

IL PALO FERMA SAPONARA – Nella ripresa l’Empoli è più intraprendente e al 7′ va a un passo dal vantaggio: lancio centrale di Paredes, le due punte Maccarone e Pucciarelli si allargano aprendo lo spazio centrale per l’inserimento di Saponara che però colpisce il palo a Sportiello battuto. Poi nel giro di due minuti vengono ammoniti sia Tonelli che Laurini, sostituito subito dopo da Zambelli.

FISCHI A LIVAJA – Resterà la più ghiotta occasione della partita, anche perché i padroni di casa man mano calano (Gomez e Diamanti non ancora in perfette condizioni) e i cambi scelti da Reja e Giampaolo non sbloccano il punteggio. Tra i subentrati c’è anche Livaja, fischiatissimo dopo le polemiche con i suoi ex tifosi quando lasciò Bergamo.

PARI GIUSTO – Non succede nulla nemmeno nei 3 minuti di recupero, l’arbitro Fabbri fischia così la fine. E’ un pareggio tutto sommato giusto, il quarto nelle ultime cinque partite per entrambe le squadre. La classifica continua a sorridere: i toscani sono settimi con il Sassuolo a 34 punti, gli orobici hanno 28 punti, 9 in più su Carpi e Frosinone terzultimi, anche se la vittoria manca da più di due mesi (6 dicembre, Atalanta-Palermo 3-0). Un punto a testa, ha vinto lo sport.

ATALANTA-EMPOLI 0-0
ATALANTA (4-3-3): Sportiello 6; Conti 6.5, Toloi 6, Masiello 6.5, Brivio 6; Freuler 6, De Roon 6, Kurtic 6; Diamanti 6,5 (36’st Gakpe’ sv), Pinilla 5 (15’st Borriello 6), Gomez 5.5 (27’st D’Alessandro 5,5) In panchina: Bassi, Radunovic, Cherubin, Gagliardini, Migliaccio, Monachello, Raimondi, Stendardo, Djimsiti. Allenatore: Reja.
EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski 7; Laurini 6 (19’st Zambelli 6), Tonelli 6,5, Ariaudo 6, Mario Rui 5.5; Zielinski 6, Paredes 6, Buchel 6; Saponara 6 (40’st Mchedlidze sv); Pucciarelli 6, Maccarone 6 (27’st Livaja 6) In panchina: Pugliesi, Pelagotti, Bittante, Maiello, Diousse, Cosic, Camporese, Krunic. Allenatore: Giampaolo.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna
AMMONITI: Buchel, De Roon, Tonelli, Laurini, Diamanti, D’Alessandro e Livaja.
ANGOLI: 5-3 per l’Atalanta
RECUPERO: 0′ e 3′

atalanta

empoli calcio
serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti