La sfida sui social dice Juve. Reina spot di Napoli

La sfida sui social dice Juve. Reina spot di NapoliPogba in azione durante Napoli-Juve dell’andata  ROMA – Pogba con il look ispirato ai Pokemon, Reina che assaggia la pizza margherita. L’aperitivo di Juventus-Napoli è anche questo, una sfida sui social, a colpi di like e follower. Facebook, Twitter, Instagram, le piazze virtuali del consenso, un flusso di commenti dei tifosi, con foto, post, pezzi di vita privata dei calciatori che diventano argomento di discussione con un clic. E il risultato della partita digitale – con i protagonisti che si tengono ancora alla larga da post e tweet sul big match in attesa del verdetto del campo sabato sera -, dice bianconero.

La Vecchia Signora corre più forte su Facebook, con la pagina ufficiale che conta 21,5 milioni di fan, sette volte l’endorsement registrato dal club azzurro (3,5 mln di like). Ma anche su Twitter c’è poca partita: 2,5 mln di followers per l’account ufficiale bianconero, poco più di 700 mila per quello azzurro, che ha esordito più tardi sul microblogging. Siamo in ogni caso lontani dai risultati dei top club, Barcellona, Real Madrid, Manchester United, le altre big inglesi e Bayern Monaco. In compenso, nel testa a testa tra i presidenti, Aurelio De Laurentiis (376 mila followers) supera Andrea Agnelli (101 mila) anche se il numero uno del Napoli non twitta da oltre un mese, cambio di direzione rispetto alla passata stagione con il cinguettio che era divenuto il megafono ufficiale del club, mentre Agnelli junior scriveva l’ultima volta il 2 gennaio per ufficializzare in pratica il suo legame con Deniz Akalin, ex moglie dell’ex direttore marketing della Juventus – ora al Barcellona -, Francesco Calvo.

Tra gli juventini, in campo Paulo Dybala fa la differenza ma su cellulari e smartphones va più forte Alvaro Morata (2,8 mln di followers), ancor di più su Facebook (quasi 6,5 milioni di like sulla pagina ufficiale della punta spagnola, che conta oltre due mln di seguaci anche su Instagram), mentre La Joya su Fb colleziona meno di 500 mila sostenitori. Dopo Morata, ecco Paul Pogba, che su Twitter racconta a 1,7 mln di followers – e 1,3 mln di seguaci su Instagram – i cambi di pettinatura, le cene con gli amici al ristorante cinese oppure si mette in posa per la Dab dance. Tweet motivazionali invece da Leonardo Bonucci, circa 800 mila followers, mentre Claudio Marchisio, tra Twitter, Facebook e Instagram si conferma l’anima più versatile della Juventus, tra vacanze al mare, in montagna con la moglie ma anche istantanee scattate davanti alla cucina, in versione Masterchef, alle prese con la cottura degli spinaci. Ma meglio di tutti, però su Facebook, fa Gigi Buffon, con 3,9 milioni di like.

Nel Napoli invece Gonzalo Higuain, come nella classifica cannonieri, stacca tutti, compreso gli juventini, nell’indice di gradimento su Twitter, con quasi sei milioni di followers. Per El Pipita, foto con la famiglia, con i compagni del Napoli o dell’Albiceleste. Mentre Pepe Reina (1,1 mln di followers) attraverso i social è una specie di guida Michelin attraverso pizzerie, ristoranti, trattorie storiche di Napoli. A tavola con amici a gustare i piatti tipici napoletani, foto di rito, subito piazzata sul social. E scorci di Napoli, parole in dialetto partenopeo. Niente profilo Twitter o Instagram per Marek Hamsik. Per il capitano del Napoli solo un account ufficiale Facebook in lingua ceca, con poco meno di 30 mila like. Come lui Maurizio Sarri mentre Massimiliano Allegri conta oltre 200 mila followers su Twitter, unico tecnico di Serie A, assieme a Roberto Mancini, a cinguettare nel post partita.
 
 
ssc napoli

juventus
serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 269 volte