Testa-coda da un punto: la Salernitana riprende il Novara al 94′

Novara-Salernitana 1-1

Marcatori: 61’ Galabinov (N), 94′ Gatto (S)

Pochi secondi ed il Novara va vicinissimo al gol con Corazza, bravissimo Terracciano a deviare con un piede. La Salernitana non sta a guardare e risponde un minuto dopo con Coda che dopo con un bel tiro di potenza impegna Da Costa che mette in angolo. Poi non succede più nulla fino al 17’ quando Corazza si inventa un bel tiro dai 30 metri che colpisce il palo pieno. Novara che prova a fare la partita, granata attenti a non prenderle, con Donnarumma, eroe dell’andata, comunque sempre molto attivo dalle parti della miglior difesa del campionato. I piemontesi provano sull’asse Gonzalez-Corazza con quest’ultimo che aggancia male davanti al portiere e manda alto. Continua il botta e risposta con la Salernitana che ci prova due volte con il solito Coda, ma in entrambe le situazioni ha la meglio Da Costa. Poi è ancora Corazza ad avere sul piede il pallone del vantaggio, ma il portiere granata blinda la porta. A tempo scaduto c’è un altro palo, questa volta colpito da Gonzalez, a dire di no al Novara. Finisce il primo tempo tra le (tante) occasioni mancate da entrambe le squadre, con il Novara leggermente avanti nello score dei tiri in porta.

La grande mole di lavoro del Novara viene ripagata solo al 61’ quando Galabinov è bravo a raccogliere un cross di Dell’Orco: stop di petto e sinistro del nazionale bulgaro che Terracciano può solo guardare infilarsi nella sua porta. I piemontesi continuano a spingere per confermare la superiorità, ma il raddoppio non arriva e allora ne approfitta la Salernitana che prova ad portare a casa almeno un pareggio. E ci riesce, all’89’ con il piede di Gatto che spinge in porta un bel tiro di Coda.

Finisce 1-1 (compresa l’espulsione di Bernardini all’89’): la squadra di Baroni ha creato tanto: un pareggio un po’ stretto che vale il terzo posto con lo Spezia, almeno fino al posticipo di lunedì tra Bari e Cesena. Per Menichini la situazione si fa inguaiata: 32 punti che oggi significherebbero retrocessione diretta. I Playout sono però ad un punto, ma per raggiungerli servono vittorie, o almeno tanti pareggi.

Fonte: SkySport

Commenti