Juventus-Palermo 4-0: poker che sa di scudetto. Marchisio si fa male, addio Europei

Juventus-Palermo 4-0: poker che sa di scudetto. Marchisio si fa male, addio EuropeiFesta Juve: lo scudetto è vicino (agf) TORINO – Missione compiuta. La Juventus approfitta del k.o. di ieri del Napoli contro l’Inter e sfrutta al meglio l’impegno casalingo contro il Palermo regolando i rosanero con un 4-0 che la porta a +9 sui campani in classifica. Una sconfitta però che va oltre i demeriti dei siciliani. Infatti nel primo tempo gli ospiti, nonostante la rete in avvio di Khedira, tengono botta e vanno anche vicini al gol con Trajkovski. Ma nel secondo tempo i campioni d’Italia dilagano: segnano Pogba, Cuadrado e perfino Padoin. La giornata bianconera che ha praticamente consegnato il tricolore ai piemontesi, viene però rovinata dall’infortuno al legamento crociato di Marchisio: stagione finita per lui e addio Euro 2016. Brutta la situazione in coda adesso per il Palermo: con il successo del Frosinone, i rosanero precipitano al penultimo posto solitario, lontani tre punti dalla salvezza.

KHEDIRA COLPISCE IN AVVIO – Allegri conferma il 3-5-2 e in attacco c’è il ritorno di Dybala, con lui Mandzukic. Esterni sono Cuadrado ed Evra. In mezzo al campo Khedira, Marchisio e Pogba. Ballardini, nuovamente al timone del team siciliano, risponde con lo stesso modulo: in avanti giocano Vazquez e Trajkovski. Sulle corsie ecco Rispoli a destra e Lazaar a sinistra. La Juventus fa subito sul serio e dopo una manciata di minuti Lazaar respinge un tiro al volo di Pogba e il successivo tentativo dal limite di Khedira è impreciso. Al 10′ invece siamo 1-0: perfetto assist di Pogba che pesca in area Khedira, controllo di petto e destro imparabile per Sorrentino.

TEGOLA MARCHISIO – La partita sembra segnata col Palermo che pare non riuscire a reagire. Al quarto d’ora però qualcosa cambia e accade dopo che Marchisio, in uno scontro di gioco con Vazquez, si infortuna al ginocchio sinistro ed è costretto a uscire in barella con le mani sul viso chiudendo di fatto qui la stagione. Una brutta tegola anche per la Nazionale azzurra. Al posto del ‘Principino’ entra Lemina. I rosanero approfittano di un momento di sbandamento bianconero e vengono un po’ fuori come al 26′ quando Jajalo impegna da fuori Buffon. Ma è ancora la Juventus a sfiorare il 2-0: al 27′, sugli sviluppi di un corner, Pogba colpisce al volo e Sorrentino con l’aiuto della traversa si salva. Alla mezz’ora il Palermo ha la sua occasione migliore: grande azione di Vazquez, assist in area a Trajkovski con Buffon superato in uscita disperata. Ma il tocco dell’attaccante è debole e permette a Barzagli il salvataggio sulla linea. Nel finale del tempo chance anche per Chochev con tiro dopo una mischia, ma due difensori bianconeri in spaccata gli deviano la sfera in angolo.

Juventus-Palermo 4-0: poker che sa di scudetto. Marchisio si fa male, addio Europei

Marchisio portato via in barella

POGBA E CUADRADO LA CHIUDONO – Il Palermo nel secondo tempo prova a resistere ma la Juventus incalza e spinge alla ricerca del raddoppio della sicurezza. Lemina ci prova da fuori ma Sorrentino c’è. Pericolosi i padroni di casa al 20′ quando un perfetto traversone di Cuadrado costringe Gonzalez al miracolo per anticipare Khedira. Un minuto dopo colpo di testa di Mandzukic con palla sul fondo. Intanto Ballardini cambia Jajalo con Brugman e Allegri rimpiazza lo stanco e bravo Dybala con Morata. Al minuto 26 arriva l’atteso 2-0 per i bianconeri: angolo di Cuadrado, la sfera attraversa l’area, sul secondo palo Lazaar dorme e Pogba di sinistro insacca. Tre minuti dopo il match è chiuso: Brugman perde palla su Cuadrado, il colombiano salta Lazaar con un delizioso pallonetto e poi infila Sorrentino con un gran destro.

GIOIA ANCHE PER PADOIN – Allegri manda in campo anche Padoin per dare riposo a Khedira. Il Palermo ormai sa di aver perso e si fa vedere giusto con un tiro da lontano di Lazaar che scalda i guanti di Buffon. Al 44′ il poker è servito: ripartenza di Pogba, palla a Morata che premia l’inserimento in area di Padoin; l’ex atalantino da vero attaccante fa centro con un destro rasoterra in diagonale. Finisce con la festa dello Stadium che ormai sente sempre più vicino il quinto scudetto consecutivo.

Juventus-Palermo 4-0 (1-0)
Juventus (3-5-2):
Buffon 6, Barzagli 6,5, Bonucci 6, Rugani 6,5, Cuadrado 7, Khedira 6,5 (33′ st Padoin 6,5), Marchisio s.v. (16′ pt Lemina 5,5), Pogba 7, Evra 6, Dybala 6,5 (23′ st Morata 6,5), Mandzukic 6,5. (34 Rubinho 38 Audero 11 Hernanes 12 Alex Sandro 22 Asamoah 26 Lichtsteiner 27 Sturaro). All. Allegri 7.
Palermo (3-5-2): Sorrentino 6,5, Goldaniga 5 (28′ st La Gumina 5) , Gonzalez 6, Andelkovic 5,5, Rispoli 5,5, Hiljemark 5, Jajalo 5,5 (14′ st Brugman 5), Chochev 6, Lazaar 5, Vasquez 6, Trajkovski 5. (1 Posavec 53 Alastra 2 Vitiello 11 Gilardino 22 Balogh 23 Struna 24 Cristante 25 Maresca 77 Morganella 97 Pezzella). All. Ballardini 5,5.
Arbitro: Giacomelli.
Reti: nel pt 10′ Khedira; nel st 26′ Pogba, 29′ Cuadrado, 44′ Padoin.
Ammoniti: Barzagli, Hiljemark, Goldaniga, Gonzalez per gioco scorretto, Morata per proteste.
Angoli: 9-5 per la Juventus.
Recupero: 2′ e 3′.
Spettatori: 39.241 (ospiti 108), incasso 1.738.422 euro.

Palermo calcio

juventus
serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti