Vincenzo Balzano: “Herrera è un giocatore affidabile, il Napoli vuole chiudere l’operazione col Porto ed ha già l’accordo col calciatore”

VINCENZO BALZANO, giornalista del sito SpazioNapoli.it: “Attorno al Napoli vedo troppo pessimisto, anche se fa strano pensare che l’unico acquisto, fin qui, sia stato Tonelli dall’Empoli, un buon giocatore e nulla più. Chi crede di potersi avvicinare alla Juventus rimarrà deluso. I bianconeri stanno trattando nomi totalmente differenti da quelli del Napoli come Gomes, Mascherano, Dani Alves. Il Napoli non conclude le sue operazioni perché deve trovare la quadratura di tante cose, dai diritti d’immagine agli ingaggi. Tuttavia resto fiducioso perché De Laurentiis fa bene che la squadra va rinforzata. Lapadula in Serie B ha fatto benissimo ma in Serie A è tutto diverso. Certo, ha caratteristiche che potrebbero fare al caso nostro come cattiveria, grinta e veri movimenti da prima punta. Herrera è un giocatore affidabile, il Napoli vuole chiudere l’operazione col Porto ed ha già l’accordo col calciatore. Nel centrocampo azzurro potrebbe ricoprire tutti i ruoli e potrebbe anche insidiare il posto a qualche titolare. Personalmente, credo che il Napoli acquisterà Soriano. Ci sono le condizioni ideali per ingaggiarlo. Alla Samp non ha disputato un grande campionato e Ferrero non potrà chiedere troppi soldi. È un calciatore universale, conosce il campionato italiano. Sarebbe l’acquisto ideale. Seppur giovane, Diawara ha già dimostrato di saper giocare a calcio. A Bologna ha disputato partite incredibili e con Sarri può crescere tanto. Gabbiadini? Se potesse, De Laurentiis vorrebbe riconfermare tutti. Dopo una stagione del genere, però, non credo arriveranno altre offerte simili a quelle di gennaio, pari a 25 milioni di euro. Venderlo per una cifra inferiore sarebbe un delitto. Il Napoli ha bisogno di un vice affidabile alle spalle di Reina. Non punterei su Sepe, serve un portiere di maggior affidabilità come Sportiello. Europei? Sarò pazzo, ma dopo Germania e Francia non sottovaluto l’Italia per la vittoria finale. In due partite difficili Conte ha dato un’idea di calcio alla sua squadra puntando soprattutto sulla fase difensiva. Quando concentrata, l’Italia può far male qualsiasi avversario”.

Fonte: Radio Punto Zero

Commenti