Fabio Viviani: “Witsel sarebbe l’elemento giusto per il salto di qualità”

FABIO VIVIANI, ex vice di Reja a Napoli e Guidolin a Udine: “Il Portogallo ha meritato perché si è confermato squadra tosta, quadrata e anche un po’ fortunata, che non guasta mai. Mi è dispiaciuto molto vedere uscire Cristiano Ronaldo dopo soli 6 minuti perché meritava di giocare la finale e vincerla come hanno fatto, sul campo, i suoi compagni. La nazionale portoghese, comunque, ha meritato anche nella mala sorte. Il Napoli, da quanto si legge, sta cercando di alzare l’asticella, che è impresa molto difficile nelle condizioni della squadra azzurra. Pereyra porta qualità e la capacità di affrontare l’avversario nell’uno contro uno. Non realizza ancora tanto per quelle che sono le sue caratteristiche, ma può migliorare ancora tanto. Con Sarri può giocare da interno e può dare la possibilità di cambiare modulo, è un giocatore molto duttile tatticamente. Widmer è il classico quarto basso, di propensione offensiva, migliorato tantissimo in fase difensiva e si fa sentire anche in area avversaria. Witsel in questo momento unisce dinamicità, struttura fisica e tecnica, è abituato alle grandi competizioni e a lottare per il vertice e sarebbe l’elemento giusto per il salto di qualità. Non si può dire se cedendo Koulibaly e Higuain e investendo le cifre che circolano, il Napoli uscirebbe rinforzato, certamente è molto difficile privarsi di due elementi che hanno disputato una stagione straordinaria, anzi, nel caso dell’attaccante argentino, addirittura mostruosa”.

Fonte: Radio Punto Zero

Commenti