Fiorentina, Sousa: “E’ ora di sbloccarci in casa”

Fiorentina, Sousa: "E' ora di sbloccarci in casa"Paulo Sousa (agf) FIRENZE – Basta un dato per capire come la Fiorentina stia faticando in campionato. Un rendimento altalenante che non riesce a consegnare a Paulo Sousa una classifica sorridente: la squadra viola, infatti, non vince allo stadio Franchi dal 18 settembre scorso. Due mesi e mezzo fa l’ultimo successo, per 1-0, contro la Roma. Poi soltanto pareggi con Milan, Atalanta, Crotone e Sampdoria. Problema di testa? Di intensità? In sala stampa alla vigilia della sfida col Palermo (domenica sera ore 20.45) il tecnico portoghese, alle prese con alcuni grattacapi non da poco (ultimo quello del rinnovo del capitano Gonzalo Rodriguez, che si è fatto improvvisamente delicato) prova ad analizzare il perché di questa maledizione casalinga. “Prepariamo tutte le partite per vincere, questa è la nostra mentalità. In questo momento dobbiamo cancellare il recente passato al Franchi e avere maggiore forza per vincere. Rispettiamo gli avversari ma diamo più importanza a noi stessi: sappiamo che quando arriva un collega nuovo (Corini al Palermo, ndr) dobbiamo essere ancor più bravi nel capire la sua strategia”. 

 Tornando alla scelta di Perez contro l’Inter, la rifarebbe?
“Non ci sono giovani e neanche anziani: chi viene convocato può giocare e in quel momento abbiamo deciso di puntare su due esterni con entrambe le fasi per saltare l’uomo”. 
Cosa non sta funzionando con Mauro Zarate?
“Mi sono già espresso altre volte e non voglio ripetermi”. 
Se dovesse decidere lei sul rinnovo di Gonzalo, cosa farebbe?
“Quando farò il dirigente, risponderò”. 
Sta lavorando sul carattere della squadra?
“L’ho sempre detto. Stanno facendo uno sforzo per crescere da questo punto di vista. Vedo che la squadra può continuare a crescere, con molta voglia e disponibilità da parte di tutti. Si cresce nelle difficoltà e per questo anche l’ultima sfida è stata importante”.
Vecino sta facendo fatica a tornare titolare: perché?
“All’inizio anche le mie decisioni puntavano su di lui, poi qualche acciacco non gli ha permesso di tornare alla migliore forma possibile. Lo ritengo comunque fondamentale per la Fiorentina”. 
Vede nella sua squadra un po’ di timore a giocare in casa?
“Non ne abbiamo parlato perché non esiste timore. Esiste una mancanza di risultato e domani dobbiamo invertire la rotta, dando continuità al gioco, creando tantissimo e cercando di essere concreti. Sto pensando ad alcune soluzioni, in base all’avversario, per creare superiorità e arrivare più facilmente in area. Sappiamo che troveremo una squadra con un blocco molto basso”. 
Qual è la forza del Palermo in questo momento?
“L’intensità individuale dei giocatori, la motivazione e la voglia di fare risultato”. 
L’allenamento a porte aperte, quanto è stato importante?
“Tutte le volte che abbiamo la possibilità di farlo, e la società è d’accordo, l’abbiamo sempre fatto. E continueremo a faro in futuro. I nostri tifosi hanno sempre dimostrato di essere vicini a noi, di sostenerci. Nel fine partita, nel caso, hanno anche il diritto di esprimere giudizi negativi. Sono l’anima di qualsiasi squadra e ancora una volta hanno dimostrato la loro grandezza”

Fiorentina

serie A
Protagonisti:
paulo sousa

Fonte: Repubblica

Commenti