Fiorentina, Sousa: “Borja Valero out col Napoli”

L’allenatore della Fiorentina, Paulo Sousa, presenta la sfida contro il Napoli (foto Getty)

“Credo che la Fiorentina debba cercare di essere se stessa, sempre. Lavoriamo per questo e abbiamo dimostrato che possiamo competere con tutte le squadre, anche con quelle che hanno grandi qualità individuali. E dobbiamo competere con tutti, domani saremo molto competitivi”: presenta così Paulo Sousa, in sala stampa, la sfida della sua Fiorentina contro il Napoli in programma giovedì sera al Franchi.

La continuità – “Cerchiamo di lavorare sia sul carattere, dove possiamo ancora crescere, che sulla continuità della squadra, di prestazioni e di risultati. Ci stiamo provando, vogliamo far migliorare tutti i nostri giocatori in questo”, ha commentato l’allenatore portoghese.

Le rivelazioni e le favorite – “Credo l’Atalanta, è l’unica che non avevo nominato ad inizio stagione e che ora è lassù. Per lo scudetto, l’ho detto dall’inizio, credo che la Juventus sia ancora la più forte e che la Roma abbia una squadra con molta qualità per potersi battere contro i bianconeri. Il capocannoniere? Spero uno della Fiorentina”, risponde Paulo Sousa tracciando un primo bilancio del campionato.

“Borja non ci sarà, Gonzalo vedremo” – L’allenatore viola poi parla anche dei singoli e soprattutto di due elementi chiave del gioco della Fiorentina che potrebbero mancare per la sfida contro il Napoli: “Borja Valero non ci sarà sicuramente – annuncia Sousa -, su Gonzalo Rodriguez dobbiamo ancora vedere. Si è allenato, ma deciderò nelle prossime ore”.

Mertens – “La base del nostro lavoro è direzionata alla nostra fase offensiva più che a quella difensiva, certo che le dinamiche del Napoli sono cambiate però con la cessione di Higuain. La sua partenza ha permesso a Sarri di trovare delle alternative e delle soluzioni che mi piacciono moltissimo, sono nato e cresciuto con il 4-3-3 e quello del Napoli è uno dei migliori che ci sono. La sua proposta di gioco mi piace molto”, continua l’allenatore della Fiorentina.

La ricetta anti-Napoli – “Per essere solidi e dare continuità a prestazioni e risultati, dobbiamo essere noi stessi. Sempre e comunque. Dobbiamo riuscire a mantenere un blocco corto ed oltrepassare le linee, quello che ci ha messo in difficoltà a Roma contro la Lazio. Dobbiamo essere competitivi dall’inizio alla fine”, risponde Sousa.

Pregi e difetti – “Nella sua proposta offensiva, il Napoli è una squadra forte. Hanno grandi individualità, hanno giocatori che riescono anche con poco spazio a vincere la partita da soli. Noi dovremo essere solidi e compatti in tutto quello che facciamo, principalmente con il pallone”, aggiunge l’allenatore viola.

Il 2016 viola ed il calo – “Ci sono diversi fattori, non un motivo unico. La mia analisi l’ho fatta e continuerò a farla solo con Pantaleo Corvino”, risponde un seccato Paulo Sousa che aggiunge: “Guardiamo soltanto alla partita contro il Napoli, non è il momento di parlarne”.

La pressione dei tifosi – “Quello che chiedo alla nostra gente è di aiutarci, la Fiesole ci ha sempre aiutato dall’inizio alla fine e abbiamo bisogno di tutto lo stadio dalla nostra parte domani contro il Napoli. Ci servirà una spinta tremenda per batterli, è un avversario tosto ma noi siamo capaci di vincere partite contro squadre come quella che affrontiamo domani. Tutti insieme sarà più facile”, sottolinea l’allenatore della Fiorentina.

Il comunicato su Borja Valero – “ACF Fiorentina comunica che l’atleta Borja Valero sta proseguendo le terapie in seguito alla contusione muscolare al soleo dx subìta durante la gara di Europa League contro il Quarabag lo scorso 8 Dicembre. Per quanto il quadro clinico sia migliorato, persiste una limitazione all’esecuzione dell’attività fisica massimale e pertanto Borja Valero non sarà disponibile per la gara di domani”, scrive il club viola.

Fonte: SkySport

Commenti