Novara, Casarini: “Col Pisa per il riscatto”

Il Novara esulta dopo un gol (lapresse)

Dopo il pesante 2-1 di Trapani, il Novara cerca il riscatto in casa contro il Pisa. Ceduto al Cagliari Faragò, tentativo per Bianco del Carpi. Intanto Dickmann, estero classe 1996, è stato inserito nella Top50 dei talenti italiani del The Guardian

Il ko di Trapani ha segnato un altro stop nella stagione del Novara, ora chiamato a riprendersi nell’importante sfida casalinga – la prima del 2017 – contro il Pisa di Rino Gattuso, che si giocherà sabato alle 15.30. In settimana l’addio anche di Paolo Faragò, uno dei punti di riferimento della formazione di Boscaglia, ceduto al Cagliari. A parlare in conferenza stampa sono stati Calderoni e Casarini, che hanno analizzato la sconfitta di Trapani e parlato dell’imminente impegno contro i toscani.

Calderoni – “Siamo consapevoli di non aver offerto una buona prestazione a Trapani ma siamo altrettanto desiderosi di tornare a vincere fin da sabato contro il Pisa”, ha detto il difensore del club piemontese. “La Società ha avviato una promozione molto positiva per riportare i giovani in curva, stabilendo un prezzo di 5 euro: il pubblico ci può dare un contributo fondamentale. Il Pisa? Segnano e subiscono poco, sabato vorranno ottenere i tre punti come noi, abbiamo attaccanti bravi e questo vuol dire che sarà una bella sfida”.

Casarini – Parole anche al centrocampista ex Bologna: “Trapani? E’ stata una partita un po’ strana, era una gara da vincere con l’intelligenza e la cattiveria più che con il palleggio. Loro sono stati più bravi di noi a farlo. Negli spogliatoi ci siamo confrontati per chiarire quali sono state le cose che dovevano andare diversamente, abbiamo l’occasione per il riscatto sabato contro il Pisa. Loro giocano molto sulle motivazioni, sarà una battaglia per portare a casa punti: sono abituati a lottare su tutti i palloni e a concedere pochissimo. L’assenza di Faragò? Paolo è un ottimo giocatore, ma partite brutte ne abbiamo giocato anche con lui, offriremo ottime prestazioni anche senza di lui. Se cominciamo a parlare di Faragò dopo una partita, diventa dura. Sta solo a noi mettere in campo il giusto atteggiamento. La fine dello sciopero del tifo? La Curva per noi è fondamentale, è oro: non vediamo l’ora che i tifosi tornino nella Nord per darci una mano nei momenti difficili e accompagnarci nei momenti difficili”

Dickmann è top, Bianco per il mercato – Per il Novara le buone notizie arrivano dai giovani, in particolare da Lorenzo Dickmann. L’esterno classe 1996, il più presente del suo anno tra i professionisti, ha guadagnato un posto nella Top50 dei talenti italiani, stilata dal quotidiano inglese The Guardian. Intanto, il club piemontese è a caccia del sostituto di Faragò: tentativi per Bianco del Carpi, con il club emiliano che ha chiesto in cambio Kupisz.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 89 volte