OBIETTIVO NAPOLI – Buona vittoria ma con qualche rimpianto

Risultato importante per il Napoli che, con un secco 2-0 interno, si mette in una posizione di grande vantaggio per l’accesso ai gironi di Champions. Paradossalmente, però, il doppio vantaggio firmato Mertens-Jorginho, lascia anche dei legittimi rimpianti, dato che il vantaggio dei partenopei avrebbe potuto essere ben più corposo, se la squadra fosse riuscita a concretizzare i favorevoli presupposti che si sono venuti a creare durante il match.
Il Nizza, da parte sua, è arrivato al San Paolo con il comprensibile proposito di limitare i danni e di colpire in ripartenza qualora se ne fosse presentata l’opportunità. La difesa dei francesi, tuttavia, non si è rivelata all’altezza dei propri piani, lasciando spesso spazi agli attaccanti napoletani in profondità. Il Napoli, tuttavia, non è sembrato in una serata molto lucida dal punto di vista offensivo. Al di là delle occasioni sprecate, alcuni automatismi sono parsi meno fluidi del solito. In particolare lo sviluppo del gioco sulla corsia mancina, da dove i partenopei creano solitamente i maggiori pericoli agli avversari, è sembrato alquanto ingolfato. Soprattutto nel primo tempo, Hamsik, Insigne e Ghoulam non sono riusciti a trovare i tempi giusti per risultare determinanti con costanza sul loro lato. Per questo, più del solito, stasera la manovra si è dipanata prevalentemente sul lato destro, cercando con frequenza le discese di Hysaj, gli inserimenti di Allan e i tagli di Callejòn.
I pericoli maggiori sono arrivati però quando è stato possibile innescare centralmente la qualità di Mertens, protagonista, oltre al gol, di varie giocate che hanno mandato in tilt la retroguardia di Lucien Favre.
Nella ripresa il Napoli ha vissuto prevalentemente di improvvise fiammate, soffrendo meno, tuttavia, le ripartenze avversarie. Decisivo, per superare le difficoltà a trovare la rete del raddoppio, l’episodio del generoso rigore concesso agli azzurri, così come lo sono state le due espulsioni, negli ultimi 15 minuti, per frenare ogni proposito di forcing finale dei rossoneri di Francia. Proprio nei minuti finali, agli uomini di Sarri è mancata la giusta cattiveria per sfruttare il doppio uomo in più e chiudere il discorso qualificazione, con un clamoroso errore di Milik a tu per tu con la porta che grida ancora vendetta.
Il 2-0 lascia comunque ben sperare in vista del ritorno in Francia, quando il Napoli potrà sfruttare la presumibile spinta offensiva del Nizza per andare a colpire negli spazi in profondità, trovando reti in trasferta che garantirebbero quasi certamente il passaggio del preliminare. Dovrà però aumentare la concretezza sotto porta e, soprattutto, bisognerà evitare qualche distrazione difensiva di troppo che pure stasera non è mancata.
A questo punto, solo un disastroso harakiri potrebbe negare agli azzurri le gioie dell’Europa che conta…

Commenti

Questo articolo è stato letto 1175 volte