Live – Nizza-Napoli, le dichiarazioni di Sarri e Koulibaly

Ecco le affermazioni di Koulibaly e Sarri alla vigilia della partita di domani sera con il Nizza:

Koulibaly: “Balotelli e Sneijder sono calciatori di esperienza, con talento. Proveremo a giocare il nostro calcio offensivo. Vogliamo vincere e proveremo a giocare per qualificarci. La Champions per noi è un obiettivo importante. E’ importante la fase difensiva, l’anno scorso abbiamo perso qualche punto per aver incassato troppi gol. Quest’anno vogliamo fare meglio. Proviamo a fare meno errori possibili in modo da incassare meno gol.  Balotelli è un grande calciatore, tutti lo conoscono. E’ molto forte ma noi pensiamo a noi stessi. Giochiamo una gara importantissima. Gli auguro il meglio, ma domani vogliamo fare bene. Abbiamo lavorato tanto in ritiro ma il mister ha avuto ragione. Stavamo bene alla prima gara, ma ora va meglio. Vedremo il Napoli di sempre.

Condizioni di Mertens? Deve valutare lo staff, ho parlato con lui e aveva un piccolo fastidio. Non so se ci sarà domani, le scelte spettano al mister. Non ho mai giocato in Ligue 1. Sono arrivato in Italia, in un Paese in cui sto bene. Sto bene a Napoli, devo dimostrare che non hanno sbagliato a puntare su di me. Vedremo in futuro, semmai ci sarà l’occasione di giocare in Francia. Il Nizza è molto pericoloso ma il mister ci ha preparato bene, sappiamo cosa ci aspetta”.

Arriva il turno di Sarri: Mertens? Parlando col dottore, non credo sia in dubbio. Balotelli-Sneijder sono due nomi che parlano da soli, hanno una storia importante alle spalle. Noi dovremo essere ancora più bravi dell’andata per contenere al massimo le possibilità offensive del Nizza. Dobbiamo dimenticarci dell’andata. Dobbiamo entrare in campo pensando alla singola gara, altrimenti corriamo il rischio di dimenticare di giocare il nostro calcio. Loro ci credono, giustamente.

Il risultato dell’andata lascia aperti a ogni soluzione. Il Nizza è una squadra forte, una parte di responsabilità è nostra perchè abbiamo sfruttato solo due occasioni. Ma anche noi siamo forti e ci crediamo, veniamo qui per fare risultato a tutti i costi. Sarà dura per noi, ma anche per loro. Il Nizza ha singoli molto forti. All’andata siamo stati bravi a far sembrare gli avversari meno forti della realtà. I numeri di Verona sono superiori a quelli dell’anno scorso, quindi la condizione è già accettabile.

Cento panchine col Napoli? Non festeggio più nemmeno i compleanni, mi sembra di avere troppi anni. Non guardo le statistiche e spero che il meglio debba ancora venire.  L’anno scorso c’erano ragazzi giovani, meno pronti rispetto agli altri. Ora sono più inseriti nella squadra. E’ una sensazione diversa. Mi interessa la Champions. Secondo me non è una gara normale. Può condizionare l’intera stagione sotto il profilo mentale, un passo falso avrebbe contraccolpi anche sotto il profilo psicologico. Questa mia considerazione credo che sia quella della squadra, ma spero che questo ragionamento non faccia sentire la pressione, ma solo la determinazione”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 1298 volte

avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.