Stroppa: “Non può andare sempre così”

Ricomincia nello stesso modo in cui si era concluso, con una sconfitta in casa, il campionato del Foggia. Una squadra rinnovata rispetto alle scorse settimane, con tanti nuovi innesti in campo. Ma il risultato non è cambiato e il record casalingo continua ad essere molto negativo: tocca al Pescara dell’ex Zeman questa volta espugnare lo stadio “Zaccheria”, grazie ad una rete realizzata da Mancuso al 44′ del primo tempo. Nella conferenza stampa post-match, Giovanni Stroppa ha espresso tutta la propria amarezza: “Abbiamo pagato a caro prezzo la ripartenza concessa al Pescara, potevamo far fallo. Dopo aver ottenuto il vantaggio – prosegue Stroppa – loro si sono chiusi ulteriormente: abbiamo giocato in una sola metà campo, senza concedere nulla, colpendo due pali e arrivando tantissime volte davanti alla porta. Servono soltanto fortuna e incisività, non può andare sempre così. Non posso che essere soddisfatto dei miei ragazzi”. L’allenatore commenta anche l’inserimento dei nuovi arrivi: “Come si sono comportati? Positivamente. Mi dispiace per Greco, non ce la faceva più e ha chiesto di essere sostituito. Lo vedo come regista”.

“La squadra è viva, ma bisogna fare punti”

Secondo Stroppa la prestazione è dunque più che positiva: “Oggi faccio fatica a trovare qualcuno che abbia giocato meno bene, non saprei cosa rimproverare ai miei ragazzi. La squadra è viva, io la alleno per farla giocare così. La vedo benissimo in settimana mentre si allena. Certo, so che bisogna vincere per fare punti: in questo sono sul pezzo, al 300%. Come? L’unica strada percorribile è quella del lavoro e io vado avanti così”. Oltre quanto è stato già fatto, un ulteriore aiuto potrebbe arrivare ancora dal mercato. C’è ancora tempo, fino al 31 gennaio: “Mi aspetto ancora qualcosa, sì. Sarebbe un vantaggio ad esempio riuscire a completare la rosa nei doppi ruoli. Vedremo”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 599 volte