Neymar, conclusa l’operazione. Starà fermo 3 mesi

I precedenti vincenti di Lesmar

In Brasile tuttavia nutrono grandi dubbi sulle condizioni con cui arriverà l’attaccante del Psg al grande appuntamento estivo. Se c’è qualcosa che può rincuorare il giocatore e tutti i tifosi verdeoro sono i risultati ottenuti in precedenza dal medico della Seleçao, maturati grazie alla sua abilità e alla sua esperienza. Il primo ‘miracolo’ in tal senso in realtà lo fece il padre di Rodrigo Lesmar, Nely, anche lui dottore della Nazionale brasiliana ai Mondiali ’82 e ’86. Alla Coppa del Mondo in Messico il Brasile rischiava di dover fare a meno della sua stella, Zico, che si era procurato una frattura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Nely Lesmar, di comune accordo con il giocatore, effettuò una serie di esercizi fisici che consentirono a O Galinho di evitare l’intervento chirurgico e presentarsi al Mondiale. Nel 2001 il figlio Rodrigo fu assunto come medico della Nazionale e il primo caso con cui dovette confrontarsi fu quello di Rivaldo. Il giocatore si trascinava ormai da mesi un forte dolore al ginocchio destro, con cui aveva convissuto grazie a delle infiltrazioni. A metà stagione il suo club, il Barcellona, pensò di farlo operare ma trovò l’opposizione dei medici verdeoro i quali iniziarono con l’attaccante un lavoro specifico a Granja Comary, quartier generale della Nazionale. I risultati di quegli sforzi si videro poi al Mondiale in Giappone e Corea del 2002, dove Rivaldo firmò cinque reti in 7 presenze e contribuì alla vittoria del trofeo. Lesmar, durante l’intervento a Neymar, è stato coadiuvato da Eric Saillant (inviato in Brasile dallo stesso Psg), lo stesso dottore che operò Ronaldo. O Fenomeno si procurò il 12 aprile 2000 il secondo infortunio in poco tempo al tendine rotuleo del ginocchio destro. Questa volta però il tendine si ruppe completamente e in molti iniziarono a dubitare sul suo ritorno in campo con le stesse qualità che lo avevano portato alla conquista del Pallone d’Oro. Saillant fece un’operazione perfetta e Ronaldo tornò quasi meglio di prima, vincendo poi nel 2002 il Mondiale con una doppietta in finale alla Germania. Dallo stesso dottore sono passati poi altri campioni dello sport, come Michael Schumacher nel 1999, quando sul circuito di Silverstone subì una frattura del ginocchio destro che lo costrinse a saltare quasi tutta la stagione di F1.

Fonte: Sky

Commenti