Zaza-gol, il Valencia vince 2-0 contro il Betis

VALENCIA-BETIS 2-0

23′ Rodrigo, 47′ Zaza

Valencia (4-4-2): Neto; Montoya, Paulista, Murillo, Gaya; Soler (74′ Coquelin), Parejo, Kondogbia, Guedes; Rodrigo (84′ Torres), Santi Mina (37′ Zaza).

Betis (3-5-2): Adan; Mandi, Bartra, Amat (83′ Tello); Joaquin, Camarasa (69′ Ruben Castro), Garcia, Ruiz, Firpo; Barragan (59′ Guerrero), Moron.

Vince e convince il Valencia nel posticipo della 27^ giornata di Liga. La squadra di Marcelino mette al tappeto 2-0 il Betis e fortifica la sua posizione in zona Champions, con 8 punti di vantaggio sul Siviglia e uno solo di ritardo dal Real Madrid. Il secondo gol lo mette a segno Simone Zaza, all’11° centro in campionato dopo essere rimasto a secco dallo scorso 9 dicembre. Sono i biancoverdi però ad approcciare meglio la gara, rendendosi subito pericolosi con Barragan, fermato all’ultimo dai difensori del Valencia. Gli Xotos invece faticano a farsi vedere in zona d’attacco. A smuovere le acque ci pensa Gonçalo Guedes, bravo a crearsi lo spazio e a concludere, con Adan che si tuffa e manda in angolo. Lo stesso giocatore di proprietà del Psg al 23’ inventa con un lungo lancio l’assist per la rete di Rodrigo. L’attaccante col mancino salta Bartra, manda la palla nell’angolo e porta avanti nel punteggio i suoi. Il vantaggio sblocca mentalmente i padroni di casa. Lentamente prendono campo e vanno nuovamente vicini al gol, ma il sinistro di Kondogbia è completamente sbagliato. Il Betis si riaffaccia in avanti e torna ad impegnare Neto con un tentativo di Firpo. Nel Valencia invece un infortunio costringe Santi Mina al cambio e lascia il campo a Simone Zaza. Nei minuti conclusivi del primo tempo c’è ancora tempo per altre emozioni. Adan salva sul colpo di testa di Rodrigo, mentre sull’altra metà campo Joaquin cerca di beffare il portiere con una punizione da posizione quasi impossibile. A inizio ripresa il Valencia trova subito il raddoppio al termine di un’azione infinita. Il primo a provarci è Rodrigo, con Adan che respinge, poi arriva Parejo ma non riesce a sfondare la difesa, Kondogbia ringhia e va a rubare il pallone servendo, con un dolce tocco mancino, Zaza a centro area. L’attaccante italiano controlla e spara in rete con il mancino, mettendo a sicuro il risultato. La risposta degli ospiti è affidata alla punizione di Joaquin su cui Neto si distende e nega il gol al suo ex compagno alla Fiorentina. I ragazzi di Setien iniziano a perdere la speranza e il colpo del ko arriva a un quarto d’ora dal termine, quando l’arbitro annulla una rete a Bartra. Secondo il direttore di gara il difensore ha fatto ostruzione sul portiere, ma i replay non sembrano dargli ragione. L’ultima occasione capita infine al Valencia, con il neoentrato Coquelin che conclude a lato di pochissimo una bella azione personale.

Fonte: Sky

Commenti