IL DOMANDONE – Volata scudetto, chi ha il miglior calendario tra Juve e Napoli? Lo scontro diretto risulterà decisivo?

Michele PLASTINO (Teleroma 56) – Il calendario migliore ce l’ha senz’altro la Juve, soprattutto perchè può giocarsi lo scontro diretto in casa. Penso proprio che questa partita risulterà decisiva…

Antonio GIORDANO (Corriere dello Sport) – Mi sembrano appuntamenti con lo stesso coefficiente di difficoltà; lo scontro diretto decisivo in assoluto no, Napoli e Juve hanno altre partite difficili che orienteranno la classifica.

Roberto BECCANTINI (La Stampa) – Il Napoli. Senza ombra di dubbio. Vero, la Juventus avrà il Milan e lo scontro diretto in casa, ma Inter e Roma in trasferta. Più la Champions (due partite, come minimo). Più la finale di Coppa Italia. Lo scontro diretto risulterà decisivo? No.

Gianfranco LUCARIELLO (LEGGO) – Calendario favorevole agli azzurri. Scontro ora come ora obbligato per i tre punti decisivo soprattutto per il Napoli.

Umberto CHIARIELLO (Canale 21) – La Juve ha un calendario più difficile soprattutto se incrociato con gli impegni di coppe. Certamente lo scontro diretto sarà decisivo, ma solo nel caso lo vinca la Juve.

Un pareggio o una vittoria azzurra potrebbero orientare in un senso o nell’altro ma con 4 turni ancora nulla è deciso il 22 aprile.

Paolo DEL GENIO (TCS) – Il calendario è uguale sia per la Juve che per il Napoli. Lo scontro diretto non è detto che sarà decisivo…

Francesco DE LUCA (Il Mattino)

Lucio PENGUE (Radio KissKiss Napoli) – La Juve è la superfavorita in tutto. Calendario, organico ed esperienza. Il Napoli ha la freschezza e l’inconsapevolezza. Lo scontro diretto sarà decisivo, in tutti i sensi…

Gianluca MONTI (Gazzetta dello Sport) – Calendario che si equivale, più tosto quello della Juve che però ha più partite in casa. Scontro diretto non decisivo.

Carlo CAPORALE (Televomero) – Calendari simili, con qualche insidia in più per la Juve nel finale, dopo lo scontro diretto che avrà un peso specifico fondamentale.  Ma al di là  di questo, inciderà non poco l’aspetto psicofisico che le due squadre mostreranno in questo finale di stagione. Non trascurando quanto possa incidere l’effetto “Champions” sul cammino dei bianconeri.

Angelo POMPAMEO (TvLuna) – Il Napoli ha complessivamente il miglior calendario, ma di contro ha attualmente due punti in meno. Lo scontro diventa decisivo solo se a vincere sara’ la Juve. Nel caso contrario, la vittoria o il pareggio del Napoli  riaprirebbe nuovamente la possibilita’  degli azzurri di arrivare allo scudetto.

Ennio FO (Tele A) – Lo scontro diretto è decisivo! Ma, attenzione considerando il calendario, al NAPOLI potrebbe bastare anche un pareggio. Aspettiamo il risultato di Juve-Milan e Sassuolo-Napoli per avere maggiori indicazioni.

Vincenzo VITIELLO (EuropaCalcio) – Credo che il Napoli abbia un calendario migliore rispetto alla Juventus che dovrà incontrare Milan, Inter, Roma e Bologna. La Juve avrà il vantaggio di sfidare il Napoli nel proprio stadio e di giocare in assoluto una gara in più in casa rispetto alla squadra azzurra:  5 match contro 4. Lo scontro diretto, comunque, sarà decisivo per l’assegnazione dello Scudetto.

Dario DE SIMONE (Radio Traffic) – Difficile dire chi ha il calendario migliore. Si equivalgono ma conteranno molto il momento e le motivazioni delle avversarie più ostiche, ovvero le milanesi e la Roma.

Lo scontro diretto sarà quasi decisivo perché molto probabilmente chi starà davanti al termine di quella partita ci starà poi fino alla fine.

Antonio SASSO (Il Roma) – Dopo i risultati delle ultime giornate non credo che sia facile fare un pronostico sulla volata scudetto. Da oggi ogni partita sarà una battaglia sia per il Napoli che per la Juve. E sarà difficile per entrambi inanellare tutte vittorie fino allo scontro del 22 aprile, che comunque potrà risultare determinante ai fini della vittoria del campionato.

Liberato FERRARA (Persemprenapoli.it) – Il miglior calendario lo ha il Napoli, che ha un solo scontro con una squadra interessata alla Champions, il Milan, ed una trasferta in casa diuna squadra impelegata nella lotta retrocessione, il Sassuolo. La Juve ha Milan in casa, e le trasferte contro Inter e Roma (anche se alla penultima i giochipotrebbero essere definiti). Quanto allo scontro diretto è chiaro che sarà decisivo, soprattutto se dovesse vincerlo la Juve. Ma più di tutto potrà incidere la Champions della Juve.

Antonello GALLO (Telecapri) – Allo stato attuale non credo che lo scontro diretto diverrà decisivo in un senso o l’altro, considerando che sulla carta i bianconeri hanno un calendario successivo assai complicato rispetto al Napoli.

Raffaella IULIANO – A mio parere la situazione delle prossime gare si presenta iperbolica, se si confrontano gli avversari di Napoli e Juventus. Fino allo scontro diretto, saranno i bianconeri ad avere il calendario più favorevole, perché se si esclude lo scontro con il Milan, le altre 3 gare dovrebbero garantire una vittoria facile ai campioni in carica. Le cose potrebbero complicarsi nelle ultime quattro giornate, in particolare per gli scontri con Inter e Roma, e anche Verona (ammesso che la lotta retrocessione non sia già decisa). Situazione inversa per gli azzurri, che dovranno prima affrontare quattro squadre sempre ostiche come Sassuolo, Chievo, Milan e Udinese, ma potranno ottenere più facilmente i tre punti contro Fiorentina, Torino, Samp e Crotone, compatibilmente con le aspirazioni delle squadre di media classifica verso un posto in Europa.

Lo scontro diretto conterà moltissimo per il morale, ma a mio parere non sarà decisivo per la vittoria finale del campionato.

Luca CIRILLO (AreaNapoli) – La Juve ha il vantaggio di giocare lo scontro diretto in casa forte anche del risultato dell’andata al San Paolo (0-1, ndr) che gli consentirà di avere due risultati su tre a disposizione. Il Napoli ha il vantaggio di non avere altri impegni oltre al campionato e il calendario, sulla carta, presenta meno insidie per i partenopei anche se va detto che la squadra di Sarri, delle 9 gare restanti, ne giocherà 5 in esterna mentre i bianconeri 5 allo Stadium. In mezzo, c’è la Champions che potrebbe spostare ulteriormente gli equilibri e togliere risorse ed energie psicofisiche alla banda di Allegri. Tutto aperto, vincerà chi avrà maggiormente nervi saldi e birra in corpo. Al Napoli restano due match difficili: Milan e Juve. Alla Juve ben cinque: Milan due volte tra campionato e finale di Coppa Italia, poi Napoli, Inter e Roma.

Vincenzo LETIZIA (PianetAzzurro) – Fino allo scontro diretto il calendario della Juve è più agevole, dopo quel big-match quello del Napoli sarà in discesa. Quindi sarà vitale provare ad arrivare a quella partita non troppo staccati in classifica. Mi pare assolutamente evidente che lo scontro diretto sarà decisivo, soprattutto se a vincerlo dovesse essere la squadra di Allegri.

Pio RUSSO (Radio Amore) – Il Napoli ha il calendario più facile. Lo scontro diretto risulterà decisivo.

Marco MARTONE (ScrivoNapoli) – Sulla carta migliore quello del Napoli. Scontro diretto decisivo solo se vince la Juve.

Ciro TROISE (IamNaples.it) – La Juventus ha un calendario più agevole prima dello scontro diretto, il Napoli dopo, quindi è una situazione equilibrata. Lo scontro diretto sarà ovviamente decisivo.

Rosa Petrazzuolo  (Napoli Magazine) – Il Napoli ha il calendario migliore, rispetto alla Juventus che deve incontrare Roma, Milan, Inter e Napoli.

Gianluca Vigliotti (Canale 34) – Scontro diretto decisivo.

Rosario PASTORE (Gazzetta dello Sport) – Sulla carta, forse il Napoli, nonostante le trasferte delicate. In realtà, se continua l’andazzo delle “distrazioni” arbitrali (risibili le lamentele della Goeba dopo la partita con la Spal), penso che sarà molto problematico eliminare lo svantaggio in classifica. Quindi, al di là di Juve-Napoli, in programma a Torino, temo che saranno altre le situazioni sfavorevoli agli azzurri.

 

Commenti
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN. ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu